Brusciano, festeggiati il 25 aprile e la bandiera del Giglio dell'Ortolano

Redazione

Il 25 di aprile a Brusciano è stato doppiamente festeggiato. Per la ricorrenza civile della Festa della Liberazione e per la tradizionale uscita della Bandiera del Giglio Ortolano.
Da oltre un decennio, a Brusciano, il 25 di aprile ormai è atteso dalla Comunità locale come un giorno da festeggiare doppiamente: per la Festa della Liberazione innanzitutto; e per la cerimonia di uscita della Bandiera del Giglio Ortolano, la prima della serie che ogni anno apre il ricco cerimoniale del percorso di avvicinamento alla ballata conclusiva, nell’ultima domenica di agosto, della Festa dei Gigli.

Un popolo che esprime liberamente la propria cultura, la propria identità nella riconquistata libertà, trasmessa gelosamente fino a noi, frutto del sacrificio di quanti caddero nella Resistenza e per la lotta di Liberazione dal nazifascismo.
L’emozionante momento celebrativo della festa civile nazionale, 64esimo anniversario, con il Vicesindaco dott. Vincenzo Cerciello, a nome e per conto del Sindaco dott. Angelo Antonio Romano e dell’Amministrazione comunale, è stato inserito nella coincidente manifestazione della Bandiera dell’Associazione Giglio Ortolano di Brusciano.

Dunque la mattinata del 25 aprile si è svolta a Brusciano con la partenza della Bandiera del Giglio Ortolano dalla casa del presidente, Guglielmo Terracciano. Il corteo si è diretto presso la Chiesa S. Maria delle Grazie per il rito religioso ed all’uscita ha attraversato il paese fino al Centro Storico sotto il Municipio Vecchio in via Semmola.
A questo punto gli organizzatori hanno invitato il sociologo Antonio Castaldo per la prolusione e subito dopo il Vicesindaco dott. Vincenzo Cerciello per celebrare la Festa della Liberazione, accompagnato dal Presidente della Commissione Festa dei Gigli, il Consigliere comunale Nicola Di Maio.

Infine, dopo l’Inno nazionale, si è avuta la presentazione ufficiale delle canzoni del Giglio Ortolano che verrà “ballato” dalla Paranza Volontari, nella 134esima edizione della Festa dei Gigli di Brusciano.
Il Vicesindaco dott. Vincenzo Cerciello nel suo discorso ha ricordato a tutti i presenti che “il 25 aprile del 1945 rappresenta una data fondamentale per il nostro paese perché è in quella data che si gettano le basi della nostra vita democratica.

 Un desiderio di democrazia e libertà che si concretizza il 2 giugno del 1946 con le prime elezioni libere e nel 1948 con la Costituzione. La Festa della Liberazione non è solo una ricorrenza -ha precisato il Vicesindaco Cerciello- ma è l’occasione per ricordare che la democrazia non è un valore garantito ma va difeso giorno per giorno. Il 25 aprile ci serve per riflettere sui valori fondanti della libertà della giustizia e della democrazia”.
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore