Brusciano, sei gigli da "cullare"

Redazione

Sono 6 i Gigli di Brusciano che nell’ultima domenica di agosto verranno cullati in onore di Sant’Antonio di Padova
La Commissione Festa dei Gigli di Brusciano presieduta dal Consigliere comunale Nicola Di Maio, su delega del Sindaco dott. Angelo Antonio Romano, in data 20 aprile ha provveduto al vaglio delle istanze delle associazioni aspiranti a partecipare alla 134esima edizione della Festa dei Gigli.

Verificate le complete corrispondenze al rinnovato bando, sono state tutte ammesse le 6 Associazioni dei Gigli di Brusciano: Gioventù, presidente Michele Papa; Passo Veloce, presidente Alessandro Esposito; Parulano, presidente Fiore D’Amato; Croce, presidente Lorenzo Cerciello; Ortolano 1875, presidente Giuseppe Terracciano; Sant’Antonio, presidente Luigi Giannino. Quest’ultimo obelisco, intitolato a Sant’Antonio di Padova, è un gradito ritorno, grazie all’impegno del maestro Tonino Giannino e della sua famiglia, dopo anni di assenza dall’agone culturale e religioso di Brusciano e le precedenti brillanti partecipazioni guidate da Tonino Castaldo.

I lavori di apertura delle buste, sono stati curati dai componenti della Commissione Festa Gigli, i funzionari comunali, Antonio Di Maiolo, responsabile dell’Ufficio Sport Cultura e Spettacolo ed il Comandante VV. UU. Luigi Ciccone. Ad assistere alcuni rappresentanti delle varie associazioni ed il presidente del Consiglio comunale Antonio Di Palma.

La Festa dei Gigli ricorda il miracolo di Sant’Antonio di Padova, in Vico Tre Santi a Brusciano, che nel 1875 guarì il figlioletto malato di Zì Cecca De Falco. Il ricercatore sociale Antonio Castaldo ricorda l’esistenza della “traccia testimoniale in forma poetica elaborata da don Francesco Monda, parroco della Chiesa Santa Maria delle Grazie dal 1845 al 1879, il quale così lasciò la descrizione del prodigioso evento, avvenuto durante la processione del 13 giugno 1875, in Vico Tre Santi a Brusciano, durante la processione del Santo: ‘Che gran prodigio, che bel portento! / Ostie leggere versate al vento/ Sul capo fermarsi del Dio Bambino/ A foggia quasi di un cappellino./ Erano sedici le ostie versate, / ma solo tredici si sono fissate. / Le altre andarono in preda al vento. / Che gran prodigio, che bel portento!’. Tutto questo 134 anni fa.

Da allora, la Festa dei Gigli di Brusciano si tiene ogni anno intorno all’ultima domenica di agosto. Quest’anno è anche uno speciale anno antoniano per la Comunità di Brusciano che si sta attrezzando per la prossima trasferta a Padova, con la ballata del Giglio il 31 maggio, per uno scambio culturale e religioso, con la Basilica del Santo e la Città di Padova, che vede insieme il Comune, la Chiesa locale, le Associazioni dei Gigli ed il popolo di Brusciano camminare insieme in un alto momento esperienziale.
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore