Nola, Festa dei Gigli 2010, sanzioni alle paranze

Redazione

NOLA - “Come più volte annunciato e ribadito anche durante la conferenza stampa dello scorso 30 giugno, per la prima volta in assoluto nella storia della Festa dei Gigli di Nola, saranno applicati provvedimenti nei confronti dei trasgressori. Provvedimenti notificati ai diretti interessati proprio in queste ore”.
Ha esordito così il Sindaco Geremia Biancardi, all’indomani dell’ultima riunione dell’Ente Festa tenutasi l’altro giorno presso il Palazzo Vescovile in via San Felice, alla presenza anche del Vescovo Beniamino De Palma, per decidere i provvedimenti da adottare nei confronti delle paranze colpevoli.

Ad essere sanzionate tre paranze, Volontari, Trinchese e Mondiale, “ree” di aver ritardato immotivatamente la processione pomeridiana degli obelischi sino ad oltre le undici del lunedì mattina. Una decisione maturata nel corso delle ultime settimane, alla luce anche dei filmati visionati dai componenti dell’Ente Festa, che ne hanno confermato la colpevolezza.

“Una decisione
resasi necessaria – ha continuato Biancardi – dal momento che, come confermano i video, le tre paranze “sotto accusa” non hanno assolutamente preso in considerazione né l’ordinanza da me sottoscritta, che prevedeva regole ben precise in termini di orari e performance, né il regolamento stesso”. E proprio a quest’ultimo, nel predisporre le sanzioni, si è fatto riferimento, visto che l’articolo 7, approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n’2 del 20 febbraio 2008, prevede proprio che “nel caso in cui il capo paranza o il responsabile della paranza, se diverso, abbia volontariamente ostacolato e pregiudicato il corretto svolgimento della Festa sarà precluso a partecipare alla Festa dei Gigli per i tre anni successivi”.
 
“Come però già annunciato lo scorso 30 giugno – ha sottolineato Biancardi - le paranze “colpevoli” potranno trasformare la sospensione in multa pecuniaria”. Un’ammenda quantificata in base alla gravità dell’esibizione. 20.000 euro per Trinchese e Volontari e 10.000 per la Mondiale. Somme da pagarsi inderogabilmente entro e non oltre il 30 settembre 2010, con versamento da effettuarsi presso la Tesoreria Comunale con l’avvertenza espressa che, in caso di mancato esercizio della suddetta facoltà nel termine indicato, verrà applicata la prevista sanzione consistente nella preclusione alla partecipazione alla Festa dei Gigli per le prossime tre edizioni.

“Una decisone che segna l’inizio di un nuovo iter – ha continuato Biancardi – che, ci auspichiamo, possa riportare la kermesse in onore di San Paolino, agli antichi splendori. Un ritorno alle tradizioni che vede al centro di questo percorso, non solo la ballata e la processione dei Gigli, ma anche gli altri aspetti della Festa da non sottovalutare, come le canzoni, il rivestimento e la stessa costruzione degli obelischi. Motivo per il quale, a cominciare sin da ora, saranno istituite commissioni composte da esperti, per la disciplina e la tutela di una Festa che punta al riconoscimento del sigillo Unesco. Un obiettivo non lontano cui bisogna arrivare preparati e consapevoli, modificando in primis la gestione della Festa, decisamente arbitraria, soprattutto negli ultimi anni. Un atteggiamento non corretto cui bisognava mettere un freno. Oggi – ha concluso Biancardi - quel momento è finalmente arrivato”.

Autilia Napolitano

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore