Nola, Conservatorio e Teatri di Pietra 2010

Redazione

NOLA - “Gli sforzi e gli impegni, molte volte faticosi e gravosi, risultano sempre fruttuosi e altamente gratificanti – ha dichiarato l’Assessore ai Beni Culturali del Comune di Nola, Maria Grazia De Lucia –. L’Anfiteatro, inaugurato ed aperto ai nolani, in occasione della via Crucis dello scorso 26 marzo, è stato inserito nel Progetto “Teatri di Pietra 2010.

È quanto emerge dalla nota della Soprintendenza, a firma della Dott.ssa Maria Rosaria Salvatore, che autorizza ad utilizzare il sito per rappresentazioni teatrali e musicali. Con grande gioia e soddisfazione – ha continuato De Lucia –, nel ringraziare il Dott. Vecchio per la sensibilità mostrata nell’accogliere la mia richiesta, annunciamo l’evento. Che non è il solo.

Anfiteatro di NolaFinalmente,
infatti, anche la Città dei Gigli avrà il suo Conservatorio – ha spiegato l’Assessore –. È un atto particolarmente significativo per la Città, che tiene conto soprattutto della grande richiesta che c’è sul territorio. A breve molti giovani dell’area nolana, uniti da un grande amore per la musica, avranno la possibilità di poter coltivare la propria passione in loco, evitando così tutte le difficoltà derivanti dagli spostamenti attualmente necessari per raggiungere le sedi più vicine, Napoli ed Avellino.
 
Oggi sono fiera di poter dire – ha concluso De Lucia – che, a dieci anni esatti dall’istituzione della facoltà di Giurisprudenza dell’Università Parthenope, la città di Nola si arricchisce di una nuova Università, quella della Musica”.

Sin dal primo giorno di campagna elettorale abbiamo puntato sulla cultura, per recuperare l’orgoglio e la dignità perduti – ha invece affermato il Sindaco Geremia Biancardi –. Oggi è un’altra bella giornata per la città, che, con l’inserimento del nostro Anfiteatro nel circuito “Teatri di pietra”, potrà contare su uno dei siti archeologici più suggestivi dell’intera area per l’allestimento di spettacoli teatrali e musicali, mentre con l’istituzione in città, di alcuni corsi del Conservatorio di Avellino, darà la possibilità a tanti giovani del territorio, di continuare gli studi della musica, risparmiando tempo e denaro per raggiungere il capoluogo irpino”.

Autilia Napolitano
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore