Nola, ucciso da colpi da arma da fuoco

Redazione

NOLA – Giallo sulla morte di un pregiudicato. Tutto è cominciato poco dopo le 19 del 25 luglio, quando il corpo, già senza vita, del trentacinquenne Ennio Tatangelo, originario di Sora, in Provincia di Frosinone, titolare di una ditta di lavorazione di legnami, è stato trovato fuori al pronto soccorso dell’ospedale “Santa Maria della Pietà”.

Aveva un colpo di ferita di arma fa fuoco al torace. Inutile qualsiasi intervento. Dopo aver preso atto dell’avvenuto decesso, i sanitari del nosocomio hanno informato della circostanza i carabinieri. Sconosciuta l’identità dell’aggressore o degli aggressori, nonché di chi l’ha soccorso. Sconosciuto anche il movente.

 La vicenda dovrà essere ricostruita interamente. In ospedale, si sono, comunque, recati gli uomini del Nucleo Investigativo del Gruppo Castello di Cisterna agli ordini del Tenente Colonnello Fabio Cagnazzo, nonché della Compagnia di Nola del Capitano Gianluca Piasentin, che indagano sull’accaduto.

Loredana Monda

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ambiente300x600-2
test 300x250
In Evidenza
test 300x250