GIUGLIANO: RIPRENDE LA PROTESTA CONTRO DE GENNARO

Lucia Mautone

Nel clima di insofferenza e mobilitazione a fronte dell'emergenza rifiuti in Campania anche la città di Giugliano ricomincia a far sentire il suo malcontento. Continuano infatti le proteste contro la decisione del commissario Gianni De Gennaro di riaprire il sito di Taverna del Re, e anche il Sindaco Francesco Taglialatela evidenzia l'assurdità della decisione.

Il primo cittadino ribadisce la delicatezza del momento in cui la città di Giugliano, e la nostra regione in generale, dove la cittadinanza non ha fiducia nelle istituzioni, non sente i propri diritti tutelati, e sarebbe il momento di dare un segnale forte. La città di Giugliano infatti attende da De Gennaro la decisione di chiudere Taverna del Re, che era stata ottenuta dopo una lunga battaglia legale e con la presenza costante di un presidio cittadino. Invece siamo di fronte alla possibilità di riaprire questo sito, decisione a cui l'Amministrazione Comunale risponderà per vie legali.

Due giorni fa è stata notificata l'ordinanza n.98 , come comunicato dal Comune di Giugliano, che riporta le decisioni di De Gennaro, che decide di "di autorizzare, per 5 giorni a decorrere dalle attività di abbaiamento, lo stoccaggio provvisorio delle balle di rifiuto in uscita dagli impianti ex Cdr e, in via prioritaria, dall'impianto di selezione di Giugliano presso il sito ubicato in località Masseria del Re del Comune di Giugliano, con lo specifico obiettivo di consentire l'evacuazione dei medesimi impianti".

I cittadini hanno reagito con disperazione all'annuncio di questa ordinanza, loro che tanto avevano lottato per la chiusura del sito. Le reazioni sono state molto forti, come quella di una donna di 46 anni, tra le più attive nel presidio permanente contro le eco balle , che si è data fuoco riportando ustioni di 2° grado.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



l'Oceano Superstore300x600
test 300x250
In Evidenza
test 300x250