IL CONSIGLIO COMUNALE ALL'UNANIMITA': NO A QUESTO SCEMPIO AMBIENTALE

Lucia Mautone

Le Istituzioni Locali ed i cittadini compatti contro il sito di stoccaggio

22 gennaio 2008, ore 11.00: Aula Consiliare gremita di cittadini che vogliono capire cosa fare e come muoversi, Amministrazione Locale che risponde allo stato di emergenza e di disagio. Si apre la seduta straordinaria del Consiglio Comunale, convocata per decidere come operare rispetto all'emergenza in atto. Il Sindaco Felice Esposito Corcione invita la cittadinanza a mantenere la calma, ribadisce che non sono ancora pervenute comunicazioni ufficiali da parte di De Gennaro e che in tempo breve si prevede l'arrivo di 98.000 tonnellate di rifiuti indifferenziati nella zona di Boscofangone, precisamente tra i depuratori e lo stabilimento Alenia.

Accorato è il messaggio del Sindaco: " Marigliano ancora una volta viene punita, nonostante la nostra cittadina abbia fatto il suo dovere raggiungendo livelli di raccolta differenziata pari al 55%, e sebbene disponga di un proprio sito di stoccaggio, ricavato con ingenti costi strutturali. Siamo in una zona dove le condizioni sanitarie ed i casi di tumori presentano quote spaventose, e anche se l'Asl Napoli 4 ha definito questo sito non idoneo dobbiamo sottostare a decisioni che mettono in pericolo la nostra terra".

Si sviluppa poi un dibattito acceso e appassionato tra Consiglieri di diversi schieramenti, tutti compatti nel sottolineare che non si può sottostare alle decisioni prese senza chiedere motivazioni e senza informare De Gennaro del fatto che Marigliano è un sito non idoneo per lo stoccaggio di una tale mole di rifiuti. Si sottolinea allo stesso tempo la necessità di farsi ascoltare, di affrontare l'emergenza in piena collaborazione tra Istituzioni e popolazione, di evitare un caso Pianura2, vivendo l'emergenza in modo civile e da cittadini responsabili.

Nel confronto intervengono anche diversi rappresentanti delle Associazioni locali: Liberato Tufano, Presidente del Comitato cittadino Miuli, Selve e via Vittorio Veneto di Marigliano annuncia che sarà installato un punto informativo permanente presso l'ex Chalet, un presidio fisso a Boscofangone e incita i cittadini ad organizzarsi per recarsi da De Gennaro domani per farsi ascoltare.

Forte anche la presenza dei ragazzi in sala, e Salvatore Iovine rappresentante di Istituto del Liceo Scientifico Colombo sintetizza il loro pensiero dicendo: " Sono qui a parlare a nome di 800 ragazzi che sono il futuro della città di Marigliano, voi politici siete la nostra guida, noi siamo qui a ricevere le vostre direttive, diteci come andare avanti e noi vi seguiremo!"

La seduta termina con la lettura della delibera del Consiglio Comunale, votata all'unanimità e che "rigetta la decisione di localizzare presso Boscofangone un sito di stoccaggio, chiedendone l'immediata revoca. Proclama inoltre per i giorni 22 e 23 gennaio protesta cittadina permanente, con l'istituzione di un comitato che presidi la zona per evitare il transito di automezzi verso il sito identificato".

Discuti l'Argomento sul Blog

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore