CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI: VIA AL NUOVO DECRETO

Vincenzo Bifulco

Da tempo si parla di certificazione energetica degli edifici. Si tratta di un'attestazione delle prestazioni energetiche dei fabbricati attraverso un documento che comprende dati di riferimento che consentano ai consumatori di valutare e raffrontare tali prestazioni, nonché raccomandazioni per il loro miglioramento in termini di costi-benefici.

L'obiettivo principale è il miglioramento dell'efficienza energetica e riduzione delle emissioni inquinanti del settore civile (residenziale e terziario) che assorbe oltre il 30% dell'energia utilizzata dal Paese, orientando le modalità costruttive verso soluzioni più efficienti sotto il profilo dei costi, caratterizzate da un più elevato risparmio di energia nell'esercizio degli edifici e degli impianti in essi installati o ad essi associati.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 26 del 1° febbraio 2007 è stato pubblicato il decreto legislativo n. 311 del 29 dicembre 2006 che modifica il Dlgs 192/2005 sul rendimento energetico in edilizia. Il nuovo decreto, che è entrato in vigore il 2 febbraio 2007, estende, a partire dal 1° luglio 2007, l'obbligo di certificazione energetica agli edifici esistenti superiori a 1000 metri quadrati, nel momento in cui vengano immessi nel mercato immobiliare. Dal 1° luglio 2008 l'obbligo scatta anche per gli edifici sotto i 1000 metri quadrati, sempre nel caso di compravendita dell'intero immobile. Dal 1° luglio 2009, invece, il certificato di efficienza energetica diventa obbligatorio anche per la compravendita dei singoli appartamenti.

Per quanto riguarda le prescrizioni tecniche, i valori del fabbisogno di energia primaria limite per la climatizzazione invernale e i valori delle trasmittanze limite sono stati resi più restrittivi. Vengono infatti anticipati al 1° gennaio 2008 i livelli di isolamento termico attualmente previsti per il 1° gennaio 2009. Viene inoltre introdotto, dal 1° gennaio 2010, un livello di isolamento molto più rigoroso, in grado di garantire la riduzione dei fabbisogni termici dei nuovi edifici del 20-25% rispetto ad oggi.

Altra novità è costituita dall'obbligo per le Regioni di considerare, fra gli strumenti di pianificazione ed urbanistici di competenza, le soluzioni necessarie all'uso razionale dell'energia e all'uso di fonti rinnovabili, con indicazioni anche in ordine all'orientamento e alla conformazione degli edifici da realizzare, per massimizzare lo sfruttamento della radiazione solare.
(vincenzo.bifulco@libero.it)

Il brano che stai ascoltando, "M'illumino di meno" di Radici nel Cemento, è la canzone sponsor della giornata nazionale del risparmio energetico organizzata per il 16 febbraio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore