Marigliano,la GORI minaccia, l’Amministrazione la frena

Vito Lombardi

MARIGLIANO - In questi giorni stanno arrivando, nelle case dei cittadini di Marigliano, delle raccomandate con ricevute di ritorno intimidatorie della GORI S.P.A.: “ Se non paghi ti stacchiamo l’acqua!”. Questo il contenuto, aldilà delle parole usate. Non fatevi intimorire: gente che minaccia di assetare altra gente non può, non DEVE , essere presa in considerazione: sono barbari, che venerano un unico, piccolo (d)io, che non merita menzione.

L’altro giorno, l’ennesima riunione, una conferenza di servizi, al secondo piano della Casa Comunale nella stanza del sindaco Antonio Sodano.
Presenti il dott. Giovanni Marcello in rappresentanza dell’Ambito Sarnese Vesuviano, il dott. Emilio Porcaro della GORI S.P.A. e per il Comune di Marigliano il sindaco Antonio Sodano, l’ing. del Comune Andrea Ciccarelli, il presidente del Consiglio comunale Michele Cerciello, il direttore generale Giuseppe Romano e l’assessore all’Urbanistica Sebastiano Molaro.

Le richieste, scontate, dell’Amministrazione comunale, già fatte altre volte: importo forfettario del richiesto, presunto conguaglio, al precedente calcolo effettuato dal Comune.
Ci sono state altre riunioni precedenti, dove sono state pretese le stesse cose, ma loro (ATO e GORI) imperterriti continuano a inviare lettere e a minacciare la gente, fregandosene delle legittime richieste che vengono dal Comune e dai cittadini onesti, che , nonostante tutto, pagano regolarmente le bollette.

A noi vengono spontanee alcune domande, ma i signori, il dott. Giovanni Marcello (ATO3) e il dott. Emilio Porcaro (GORI) oltre a fare “conferenze di servizio” e a rapportarsi con i loro Enti, contano veramente qualcosa? Hanno poteri oppure sono piccole figure che servono più che a risolvere problemi a crearne?

Mentre
i signori non riescono a prendere in autonomia una decisione, centinaia e centinaia di cittadini onesti di Marigliano, che pagano regolarmente, e solo  perché si sono, giustamente, ribellati a un ingiusto balzello, a un presunto, pretestuoso, vergognoso conguaglio, ricevono intollerabili minacce come quelle nell’allegata lettera, a firma, a quanto pare, di un medico straniero.

Intanto, il Comune richiede la sospensione immediata delle lettere di messa in mora e di sospensione del servizio inviate agli utenti oggetto di verifica .

Leggi la lettera di minacce
 Vito Lombardi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Vito Lombardi >>




Articoli correlati



Altro da questo autore