Nola, l'acqua e la vita, partorire in acqua

Redazione

NOLA - Il completamento della dotazione tecnologica del complesso travaglio/parto presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia offre la possibilità di partorire in acqua presso l'Ospedale di Nola.

Questa nuova ulteriore offerta si inserisce nel più ampio progetto di promozione del “parto dolce”- “umanizzato” iniziato con la riapertura del Reparto di Ostetricia e Ginecologia a Nola ristrutturato e che ha portato, oltre che al miglioramento notevolissimo del comfort delle stanze di degenza, all'allestimento di due ampie sale travaglio/parto moderne, dotate di attrezzature che permettono di travagliare e partorire in ogni posizione (non solo in quella tradizionale), particolarmente studiate nel comfort, nella scelta dei colori e dei decori, fornite ciascuna di bagno, in modo che la donna e chi l'accompagna possano vivere il travaglio e il parto come un evento il più possibile sereno. Infatti, se la donna lo desidera, il coniuge (o il partner) e/o un'altra persona a sua scelta possono starle vicino durante tutto il periodo in cui permane nella sala, affinché la nuova nascita sia un evento il più possibile partecipato nell'ambito della coppia, oltre che lieto.

Il tutto ovviamente in totale sicurezza per la donna e per il suo bambino. Proprio la necessità di completare le dotazioni di sicurezza specifiche per il parto in acqua ha fatto ritardare l'inizio di questa nuova attività. Ma ora siamo pronti!
Poiché vi sono condizioni permettenti e controindicazioni al travaglio e/o parto in acqua, è preferibile che le donne che desiderano usufruire della metodica abbiano un colloquio con il Primario, o con altra persona da lui delegata, tra la 35ª e la 37ª settimana, portando con sé tutta la documentazione relativa alla gravidanza.

Per prenotare tale colloquio le gravide possono telefonare in Reparto dal lunedì al sabato, nelle ore mattutine, al numero 081-8223126 e chiedere della Sig.ra Teresa Ruggiero o della Sig.ra Rosa Eaco. Per il colloquio non è prevista alcuna impegnativa . In ogni caso alla gravida in travaglio che non presenti controindicazioni e che richieda di partorire in acqua pur non avendo avuto il colloquio di cui sopra, certo non sarà negata questa possibilità.
Non è previsto il pagamento di alcun ticket.

Regione Campania
ASL NA 3 SUD
(Ex ASL NA4)
e Direttore Servizio Marketing R.P.
(Ex ASL Na4)
Dott.ssa Anita Vicino
Direttore UOC di Ostetricia e Ginecologia
Dr Cosimo S. Ricco
P.O. Santa Maria della Pietà di Nola

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore