Marigliano Marcianise – Cadi Reggio Calabria 5 -1

Redazione

Caffè Toraldo: Bertoni, Russo, Unfer, Caviglia, Gigliofiorito, Tozza, Costa, Armanno, Maggio, Eli, Laurenza, Battistone Allenatore: Ivan Oranges

Cadi Reggio Calabria: Ferrara, Lovatel, Vadalà, Bianco, Marcianò, Labate, Durante, Atkinson, Votano, Ecelestini, Lo Gatto Allenatore: Roberto Emo (squalificato) in panchina Fabio De Pasquale
Arbitri: Fiorentino di Barletta e Nanni di Rimini Marcatori: 16’ 17” pt Eli, 48” st Gigliofiorito, 1’ 17” st Caviglia, 5’ 35” st Gigliofiorito, 8’ 03” st Maggio, 13’ 37” st Votano

Il mattone più importante per la salvezza è questo, il Caffè Toraldo domina e batte nettamente il Reggio Calabria. 5-1 il risultato finale, senza appelli per gli ospiti, primo tempo soporiferoi che però ha messo già in evidenza il predominio territoriale del Marcianise-Marigliano che è venuto fuori con la maggiore concretezza nella seconda frazione di gioco. Dopo quaranta secondi Atkinson scavalca la difesa con un perfetto assist per Lovatel con Bertoni che chiude di petto imitato al secondo minuto dal collega Lo Gatto che chiude lo specchio a Caviglia.

Al quarto
prima Atkinson e poi Durante ci provano da fuori quest’ultimo anche poco dopo con un diagonale che esce di poco. Al settimo bella percussione di Laurenza ma Lo Gatto fa buona guardia, poi Unfer per i locali e Durante per gli ospiti ci provano al nono con una puntata. Ancora Durante per gli ospiti protagonista con una azione personale, di tacco serve in area Bianco ipnotizzato però da Bertoni. Un minuto dopo la palla danza nell’area del Caffè Toraldo e Bianco non ne approfitta, un minuto dopo palo di Unfer che approfitta di un pasticcio difensivo ospite ma trova il legno. Al sedicesimo Eli solo in area di piatto destro raccoglie l’assist di Costa e porta i suoi in vantaggio sbloccando la gara.

Doppia azione di capitan Gigliofiorito che non riesce a trovare il raddoppio prima con un gioco di gambe e poi con un azione personale. Nell’ultimo minuto di gioco prima Costa cerca il tocco sotto a scavalcare Lo Gatto e Laurenza poi viene anticipato ed allo scadere Bertoni salva su Atkinson. Avvio scoppiettante poi della ripresa, dopo dieci secondi azione solitaria di Durante, sulla ripartenza Caviglia serve Eli solo sul secondo palo mette sul fondo incredibilmente. Poi ci pensa capitan Gigliofiorito a raddoppiare, Costa lo serve perfettamente ed il laterale non perdona. Ancora Costa versione assist man trenta secondi dopo, questa volta è Caviglia a triplicare con un tiro da fuori. Al terzo punizione dal limite dell’area di Atkinson che spara fuori, Gigliofiorito e Costa ci provano a giro ma non trovano la porta.

Caviglia al quinto spreca un contropiede ma una triangolazione volante Maggio-Costa-Gigliofiorito ed è poker, 4-0 per il Caffè Toraldo. Entra subito Bianco come portiere di movimento ma la mossa non frutta effetti, ci provano Marcianò e Maggio ma sia Bertoni che Lo Gatto rispondono alla grande. All’ottavo Atkinson è anticipato e Maggio coglie Lo Gatto fuori dai pali per il 5-0 della squadra di mister Ivan Oranges. La reazione ospite trova Bertoni ancora pronto sia su Votano che su Atkinson ma al tredicesimo nonostante una prima respinta su Labate il portiere ex Napoli Barrese non può nulla sul tap-in sotto misura di Votano che sigla il gol della bandiera. Atkinson ci prova due volte ma non è preciso così come Marcianò, Costa prova ad arrotondare due volte il risultato senza riuscire a scrivere il suo nome tra i marcatori e la gara termina 5-1.
 
Soddisfatto ovviamente a fine gara il tecnico della squadra di Terra di Lavoro Ivan Oranges “La salvezza è al cinquanta per cento ormai nostra, mancano ancora tre gare e nulla è ancora di certo però è ovvio che vincendo questa gara teniamo i calabresi ancor di più a distanza di sicurezza. Purtroppo questa squadra al completo meritava anche qualcosa in più della semplice salvezza, ma alla fine siamo in linea con gli obiettivi societari”. A soffrire sugli spalti anche il massaggiatore Gianni Musone squalificato fino al 31 marzo per essere stato allontanato dalla panchina nella scorsa gara con la Promomedia Putignano, per la prima volta il “mago” degli atleti ha dovuto accomodarsi in tribuna tramutandosi nel sesto uomo in campo con i tifosi. Sabato prossimo trasferta pugliese in casa del fanalino di coda Giovinazzo fermo ancora al palo con 0 punti in classifica e quindi già retrocesso in B.
Domenico Birnardo  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore