Rifiuti, Arzano, incontro tra i Comuni della Provincia di Napoli

Redazione

Giovedì 18 marzo 2010 alle ore 15,30: Bilancio di previsione e tassa rifiuti costo del conferimento provinciale

- Con Dm del 18 dicembre 2009 il termine di approvazione del bilancio di previsione dei comuni è stato differito al 30 aprile 2010.
- Secondo l’art. 1 comma 169 della legge 296/2006 i Comuni deliberano le tariffe e le aliquote relative ai tributi di loro competenza entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione. Dette deliberazioni, anche se approvate successivamente all'inizio dell'esercizio purché entro il termine innanzi indicato, hanno effetto dal 1º gennaio dell'anno di riferimento. In caso di mancata approvazione entro il suddetto termine, le tariffe e le aliquote si intendono prorogate di anno in anno.

- Il DL 195 del 30 dicembre 2009 convertito in legge 26 febbraio 2010 n° 26 art 11 comma 5 bis sancisce che per l'anno 2010, nella regione Campania, in fase di prima attuazione ed in via provvisoria e sperimentale, la TARSU e la TIA sono calcolate dai comuni sulla base di due distinti costi: uno elaborato dalle province, anche per il tramite delle societa' provinciali, che forniscono ai singoli comuni ricadenti nel proprio ambito territoriale le indicazioni degli oneri relativi alle attivita' di propria competenza afferenti al trattamento, allo smaltimento ovvero al recupero dei rifiuti, ed uno elaborato dai comuni, indicante gli oneri relativi alle attivita' di propria competenza di cui al comma 2-ter.
 
I comuni determinano, sulla base degli oneri sopra distinti, gli importi dovuti dai contribuenti a copertura integrale dei costi derivanti dal complessivo ciclo di gestione dei rifiuti. Per la corretta esecuzione delle previsioni recate dal presente comma, le amministrazioni comunali provvedono ad emettere, nel termine perentorio del 30 settembre 2010, apposito elenco, comprensivo di entrambe le causali degli importi dovuti alle amministrazioni comunali e provinciali per l'anno 2010.

- Per il combinato disposto dalle succitate norme, fin quando le Province non comunicano la quota di costo relativa al conferimento, i Comuni non possono approvare la tariffa rifiuti 2010 e quindi non possono nemmeno approvare i loro bilanci perché dopo l’approvazione del bilancio la tariffa eventualmente approvata va in vigore nell’anno successivo 2011.
- E’ per questo motivo che amministratori comunali, dirigenti di ragioneria, segretari e direttori comunali della Provincia di Napoli sono fortemente preoccupati del ritardo fin qui accumulato nella determinazione della quota di costo di non spettanza comunale che determinano ritardi nell’approvazione del bilancio di previsione 2010.

- Pertanto il Giorno Giovedì 18 marzo 2010 alle ore 15,30 incontro tra i Comuni della Provincia di Napoli per stabilire le iniziative da assumere in vista della scadenza dei termini di approvazione del bilancio 2010 fissati per il 30 aprile.
- l’incontro si terrà presso la sede della Scuola Media Comunale “Ludovico Ariosto” di via Napoli lato destro n° 24 80022 Arzano (Na), - riferimento tabellone pubblicitario ed in prossimità del distributore ESSO dopo aver imboccato via Napoli dalla rotonda di Arzano dopo circa 1 km
- Sono invitati a partecipare Amministratori Comunali, Segretari, Direttori Generali, Ragionieri Capo e quanti altri interessati ad una corretta applicazione dell’art. 11 del DL 195 ed all’approvazione dei bilanci 2010 nei termini fissati dalla legge.

Il Gruppo di Lavoro
Errico Colucci
Mattia Amato
G.Terracciano
Marco Chiauzzi
Saverio Barone

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore