Mind The Gap - Maria Pia De Vito al DiVino Jazz Festival 2009

Redazione

Maria Pia de Vito arriva stasera al DiVino Jazz Festival 2009, ideato e diretto da Gigi Di Luca, per presentare il suo ultimo progetto Mind the Gap . "Un disco autoriale e innovativo dove si fondono vari linguaggi musicali – spiega la De Vito - che con grande lusinga da parte mia ha accolto reazioni molto entusiastiche”.

Accompagnata da Claudio Filippini (piano,keyboards), Luca Bugarelli (el. Bass, double bass, live electronics) Walter Paoli (drums, live electronics) e la special guest di Roberto Cecchetto (guitar, live electronics), la jazzista esegue sia brani del repertorio di Annie Lennox, Björk, Sidsel Endresen e Django Bates sia composizioni originali scritte a più mani, complici i compagni di avventura del tour che si chiude proprio stasera a Torre del Greco.

Maria Pia De Vito è una delle voci più autorevoli del jazz di oggi, è insegnante al Conservatorio di Napoli di San Pietro a Maiella ed è legatissima a Napoli “grandi affetti, collaborazioni importanti e soddisfazioni mi legano a questa città” – confessa – “è un rapporto cui tengo moltissimo e che vorrei non s’incrinasse mai”.
La de Vito è un’artista che non ha mai smesso di sperimentare ed ha collaborato con musicisti come Ralph Towner, Ernst Rejiseger, Paolo Fresu, Norma Winstone, Steve Swallow, Michael Brecker, Miroslav Vitous, Uri Caine, Kenny Wheeler, Art Ensemble of Chicago, Dave Liebman.

E anche stasera al Jei Village si gusterà vino di cantine selezionate tra le note di jazz e le installazioni di arte contemporanea di tre artisti campani, in una collettiva dal titolo “Liquido Solido” , oltre alle creazioni estemporanee dell’iniziativa EXTRA SENSO guarda e crea, senti e crea, gusta e crea.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore