Annullati tutti gli illegittimi trasferimenti nella Polizia Municipale di Napoli

Redazione

Giorni da ricordare per il sindacalismo in Italia, una condanna esemplare della Magistratura del lavoro di Napoli, che smaschera la dispotica politica dell’amministrazione Comunale di Napoli e dei vertici del Corpo di Polizia Locale, in materia di gestione del personale. Il SULPM, sindacato unitario lavoratori polizia municipale, risponde ancora una volta con i fatti, dimostrandosi l’unico vero baluardo a difesa della categoria.

<<Una vittoria storica – esordisce il Coordinatore Regionale Giuseppe Morra – una sentenza che rende giustizia a tutti i lavoratori oggetto di immotivati e illegittimi trasferimenti, avvenuti negli ultimi mesi. Il SULPM, ottenendo il rispetto di un sacrosanto diritto, vuole aprire una nuova stagione caratterizzata dal rispetto delle regole, dei diritti e delle corrette relazioni sindacali, fino ad oggi negate sia dall’Amministrazione sia dai vertici del Comando, da sempre legati a torbide vecchie logiche. Indubbio merito va all’Avvocato Anna Acampora – conclude Morra – abile nell’argomentare analiticamente le inadempienze dell’Amministrazione in materia di comunicazione, concertazione e contrattazione con le Organizzazioni Sindacali, tanto da smontare in sede di dibattito l’artificioso castello difensivo posto in essere dal Comune di Napol>>.

Soddisfazione per quanto ottenuto arriva anche da parte del Segretario Cittadino Giovanni Bonora. "Questo è solo l’inizio – afferma Giovanni Bonora – sono tante le questioni sul tavolo, prima fra esse la modifica dell’orario di lavoro settimanale e dei riposi festivi, dove con un autentico colpo di mano, nel mese di marzo, l’Amministrazione ha privato i lavoratori delle indennità previste dal contratto, e del diritto alla scelta del giorno di riposo compensativo.

Il SULPM anche in questo caso ha presentato il ricorso ex art. 28, ma l’auspicio è che il provvedimento in oggetto venga ritirato dall’amministrazione quanto prima, quale gesto di responsabilità, e primo passo per iniziare una seria trattativa dove venga previsto il pagamento delle giuste indennità per i lavoratori impegnati nei servizi festivi. Ciò eviterà di certo l’ennesima brutta figura, ed un’inutile esborso di denari pubblici, ad un’amministrazione che negli ultimi tempi sembra farne collezioni, avendo ridotto il Corpo della Polizia Municipale ad un autentico colabrodo, privo di uomini e mezzi. Il SULPM, senza arrecare alcun disagio ai lavoratori ed ai cittadini, ha fatto affermare ancora una volta, le sacrosante rivendicazioni della P.M., ponendo un argine all’arroganza ed all’ingerenza dei potentati che da troppo tempo, spalleggiati dalla politica, condizionano – conclude il segretari cittadino – pesantemente l’efficienza del “Servizio Autonomo di Polizia Municipale”>>. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore