Marigliano, Sinitra e Libertà con Sebastiano Sorrentino sindaco

Redazione

MARIGLIANO -  Il centro sinistra trova l’unità in vista delle elezioni comunali.. Lo Sdi e la Sinistra Democratica hanno dato l’okay per la candidatura a sindaco dell’on. Sebastiano Sorrentino, classe ‘45 già a capo della lista del Pd. Il nome del consigliere regionale, presidente della commissione agricoltura, nonché esponente di spicco prima della vecchia Dc e poi del Ppi, ha messo la pace tra tutte le anime della coalizione.

 “Sorrentino è un nome autorevole: vada per la sua candidatura”, hanno detto i rappresentanti mariglianesi di Sinistra e Liberta, vincendo le ultime resistenze. Il sì è arrivato, dopo una serie di verifiche interne e di interpartitici tra tutte le forze del centro sinistra. I giochi, dunque, sono ormai fatti nella città commissariata, che si prepara ad eleggere il proprio sindaco, dopo la sfiducia al primo cittadino di centrosinistra, Felice Esposito Corcione, mandato a casa prima della scadenza naturale del mandato.

 Il centrodestra, infatti, ha affidato il timone della coalizione nelle mani dell’ingegnere elettrotecnico, Antonio Sodano, classe 54, già con un passato di assessore ai lavori pubblici. La segreteria cittadina dell’ex Forza Italia senza nessun indugio gli ha affidato lo scettro dello schieramento mentre in Alleanza Nazionale si sarebbe creata una spaccatura con i militanti storici di partito che insistono sui temi di “coerenza, giustizia e libertà per Marigliano”.

Tra coloro che rivendicano questi principi a colpi di manifesti murali e che scrivono “mai sopporteranno regie occulte che vogliono sacrificare qualificate esperienze sull’altare di un qualsivoglia mascherato rinnovamento” ci sarebbe anche il geometra Luigi Amato, politico di destra con la fiamma tricolore da sempre. Difficile al momento ricucire lo strappo anche se pare che siano scesi in campo autorevoli esponenti del Pdl per cercare di mettere la pace e appianare le differenze di vedute. In questo momento serve più che mai l’unità anche perché il centrosinistra, come già detto, ha sfoderato a sorpresa il nome del consigliere regionale Sebastiano Sorrentino.

 Se fino a qualche giorno fa, infatti, si facevano diversi nomi tra cui quello dell’ex sindaco Felice Esposito Corcione, che vista l’impossibilità di mettere insieme sul suo nome tutte le anime dello schieramento ha preferito abbandonare il campo optando per una candidatura alle provinciali con la frangia di Nicolais. Poi c'è stato l’accordo sul nome dell’on. Sorrentino sindaco.

Un bel duello non c’è che dire visto che Sorrentino, classe 45, è sempre stato un esponente di spicco a livello regionale e locale prima delle Dc, poi del Ppi e infine della Democrazia e Libertà con un passato di amministratore cittadino sia in veste di assessore che di consigliere comunale. Punta, invece, su “una lista di rottura con le vecchie logiche di partito” l’ex assessore Sdi, Giuseppe Sodano, che si propone all’elettorato con la lista civica “Io amo Marigliano”, circoscritta dal contrassegno di un cuore rosso fuoco.Ma non finisce qui.


Discuti l'Argomento sul Blog

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250