PROBLEMATICHE DEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE ACERRANO

Redazione

NAPOLI - Il Comune di Acerra chiama, la Regione Campania risponde. Alle ore 11 del 10 ottobre 2008, convocata in audizione, si è riunita la Commissione Consiliare Permanente Agricoltura, Caccia, Pesca, Fondi Statali e Comunitari, presieduta da Sebastiano Sorrentino (PD).

Alla presenza del sindaco, dell'assessore all'agricoltura e di rappresentati delle associazioni di categoria di Acerra, nonché di un delegato dell'Amministrazione Provinciale e di un dirigente dell'Assessorato all'Agricoltura della Regione Campania, si è discusso delle problematiche del settore agro - alimentare nella cittadina nell'area a nord di Napoli.

Ad illustrare la condizione di precarietà degli agricoltori in una zona che - come ha rimarcato l'assessore Gennaro Fatigati di Acerra - ha avuto, per le scelte operate dal quarto potere, un tracollo di immagine, sono stati, oltre ai diretti interessati, proprio i componenti della Giunta Municipale, che aveva già varato, ad inizio dello scorso mese di luglio, una delibera con la quale sollecitare un intervento della Regione. Gli amministratori locali hanno tenuto a precisare che si sono già attivati, anche impiegando e vincolando fondi di bilancio comunale, per dare un input positivo all'immagine dell'agricoltura locale, sostenendo anche nuovi progetti di rilancio dei prodotti della zona per rassicurare il mercato e i consumatori. Hanno, inoltre, provveduto da tempo alla circoscrizione delle aree realmente risultare inquinate, dopo analisi ad hoc. Ma restano in piedi questioni per le quali è considerato indispensabile un sostegno regionale.

Nel corso della riunione, è emerso che gli agricoltori si sono ritrovati a fare i conti con una serie di difficoltà in parte correlate ad una crisi che ha interessato e che sta interessando i mercati nazionali, in parte riconducibili alla presenza di più siti di stoccaggio e discariche abusive, nonché di eventi non prevedibili quale le incursioni della fauna selvatiche hanno continuano ad incidere, in termini di danni, sui raccolti. Certi elementi, accanto ai casi accertati di inquinamento, hanno condotto ad una immagine negativa a livello regionale e nazionale. La Regione Campania e la Provincia di Napoli hanno espresso la loro disponibilità a sostenere le azioni dell'Amministrazione Comunale, anche individuando le strade da percorrere per consentire agli agricoltori di percepire i risarcimenti per i danni prodotti dalla fauna selvatica e per la risoluzione della questione dei pozzi.

Dalla Regione Campania, l'impegno a procedere laddove è possibile con l'utilizzo di strumenti come il Paser e il Psr che hanno, però, tempi burocratici più lunghi, nonché, nei casi di urgenza con altri strumenti dall'iter più snello. I rappresentanti delle Amministrazioni Regionale e Provinciale non hanno, però, potuto sottacere i limiti di azione dei due Enti Locali, determinati da una competenza esclusiva dello Stato su alcuni aspetti delle vicende in discussione.

Ad esempio, con una revisione dei limiti di accesso alla sanatoria dei pozzi di irrigazione dovrebbe necessariamente intervenire il Governo nazionale. In conclusione arriva, dunque, una proposta del Presidente di Commissione Sebastiano Sorrentino. "A questo punto, sarebbe il caso - precisa il consigliere del Partito Democratico - che il Comune, sulla scorta della delibera municipale già approvata nel luglio scorso, approntasse un atto di richiesta di intervento della Regione, rimarcando gli aspetti nevralgici delle condizioni del settore agro - alimentare e ambientale acerrano. Dopo un confronto con l'Assessorato al ramo e con la Giunta, mi farò carico - ha assicurato il Presidente - di portare la questione in Consiglio Regionale, affinché si arrivi ad una deliberazione dell'organo tesa a sollecitare anche un interessamento del Governo nazionale.

Napoli, 10 ottobre 2008
CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA
VIII COMMISSIONE PERMANENTE
Presidente Sebastiano Sorrentino

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore