PREZZO DEL PETROLIO ALLE STELLE: PENALIZZATI ANCHE I DISABILI!

Redazione

L'automobile è ormai come un ausilio. Se è a secco si è costretti all'immobilità. Perché non calmierare i prezzi anche per loro? Mal comune mezzo gaudio. Ma sarà davvero così? Il costo della benzina peserà davvero in maniera uguale sui bilanci delle famiglie? Noi siamo convinti di no! Crediamo che 100 euro per un rifornimento non pesino in egual maniera sui bilanci tra chi ha un reddito mensile di mille euro e chi ne ha uno di 5mila, tanto per fare un esempio…

Certo si può obiettare che si può ovviare con i mezzi pubblici. Inquiniamo meno e risparmiamo qualche soldino… A parte che il servizio sembra essere piuttosto carente in tutto il paese, ma certe categorie proprio non riescono a usarli anche volendo… È il caso dei turnisti, che si trovano scoperti alla mattina presto e nel turno di notte… E sono molte categorie. Tanto per citarne alcune: i giornalisti, gli infermieri, i panettieri ma anche moltissimi operai. Oggi sempre più la flessibilità ci porta ad orari impensabili, solo pochi anni fa, in una fabbrica. Ma a quello che si dice e si vede i mezzi pubblici proprio non sembrano accorgersene, e quindi non danno una risposta a questi utenti… Poi c'è una categoria da sempre "massacrata"...

Guarda caso è quella appunto dei disabili, i quali i mezzi pubblici proprio non possono usarli. Per quale motivo? Per il semplice motivo che per più dell'80% sono totalmente inaccessibili a quelli che usano la carrozzina, ma anche a tutti quelli che hanno un deficit nella deambulazione… Questa categoria guarda caso manco la bicicletta può usare per i propri spostamenti… Ma anche: tutte le ricerche mostrano che i disabili sono sempre fanalino di coda per quanto riguarda i redditi… Spesso non sono nemmeno sufficienti a permettere di soddisfare i bisogni primari…

Tiriamo le somme: per quasi tutti i disabili motori non usare la vettura di proprietà significa non andare al lavoro, a scuola, ma anche a teatro, ad un concerto… perché no? Insomma avere una vita di relazione come tutti...
E allora mi chiedo se non è il caso di richiedere fortemente al Premier Berlusconi (ma anche pacatamente e serenamente come direbbe Veltroni): un prezzo calmierato della benzina o del gasolio anche per un numero di litri da stabilire; per disabili con gravi riduzioni delle capacità di deambulazione. Tanto più che qualche cosa di simile si sta già cercando di fare per i pescherecci, per i camionisti, per gli agricoltori…

E allora cerchiamo che siano rispettate davvero le pari opportunità… Di tutti anche dei disabili… Se qualche politico dovesse leggere questo articolo e farsi carico di questa sacrosanta richiesta, cercheremo di dargli tutta la luce che merita.

Da Disabili.com
Associazione Divo
INFO:associazionedivo@libero.it

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore