BALLE, RIFIUTI E DIFFERENZIATA

Redazione

Percorrendo la solita strada per andare in ufficio, ogni mattina passo per Boscofangone e ogni mattina vengo colpito dall'abbagliante bellezza (!) delle "Piramidi di Balle". Forse non tutti sanno che, a Marigliano, il "Piano" del supercommissario per l'emergenza rifiuti Gianni De Gennaro ha previsto lo "stoccaggio temporaneo" di una quantità non precisata e non calcolata di Balle di rifiuto, pomposamente, neologisticamente e, soprattutto, erroneamente definite "eco balle".

Il "sito di stoccaggio temporaneo" di Marigliano è ormai saturo, la prima piazzola è stata completata, le balle stoccate e ricoperte con il classico e canonico telo nero. Anche la seconda piazzola è stata completata, le balle stoccate ma del telo nero … nessuna traccia. Pur senza voler entrare nel merito della tipologia delle suddette balle, che di "eco", probabilmente, hanno solo la sostanza organica che contengono - e che non dovrebbero contenere - e del loro quantitativo, mai controllato o verificato, sembra opportuno fare alcune osservazioni.

Ai sensi dell'ormai arcinoto "Verbale di Accordo" sottoscritto tra il sindaco Corcione, il commissario alle bonifiche Menegozzo e il commissario ai rifiuti De Gennaro, il Sindaco ha istituito una commissione composta da un tecnico comunale e da un esponente dei Comitati per la "verifica delle bonifiche e dei conferimenti (qualità e quantità)" e, quindi anche delle procedure di stoccaggio.

Il comune cittadino, anche se non tecnico della materia come il sottoscritto, oggi non può far altro che chiedersi: ma se la commissione doveva verificare i conferimenti (qualità e quantità), come mai è stata istituita solo quando tutto era ormai stato completato?

Ancora, se la suddetta fantomatica commissione avrebbe dovuto verificare i conferimenti (qualità e quantità), come mai nel sito sono state stoccate balle di rifiuti tal quale, e non certo "eco"-balle? E se le balle di rifiuto tanto "eco" NON sono, perchè il Sindaco e la sua commissione NON hanno preso gli opportuni provvedimenti in merito (vedi quello che è successo a Pianodardine)?

Infine, se la suddetta fantomatica commissione avrebbe dovuto verificare i conferimenti (qualità e quantità), come mai oggi, a svariati giorni di distanza dallo stoccaggio dell'ultima balla non è stato ancora posto il telo di copertura sulla seconda piazzola? La commissione si sarebbe dovuta riunire il 20 maggio, non si hanno notizie in proposito, ma le balle sono tutte lì, risplendenti alla luce del sole, con tutto il loro nauseabondo impatto visivo e, soprattutto, olfattivo!

Percorrendo sempre la solita strada per andare in ufficio, ogni mattina passo per Boscofangone ed ogni mattina vengo colpito dai cumuli di rifiuti (buste, scarti edili, stracci, plastica, pneumatici, ecc.), stavolta "sfusi", che fanno bella (!) mostra di sé ai margini della sede stradale e sulle sponde dei lagni, e non posso non pensare ancora al "Verbale di Accordo", nel quale "si conferma la disponibilità a BONIFICARE (!) i siti inquinati rilevati dall'A.R.P.A.C. nel territorio di Marigliano" riportati in una nota allegata.

Nella nota, i suddetti "siti inquinati" sono caratterizzati tutti (o quasi) da "abbandono di rifiuti al suolo": ma allora tutta la strada "Masseriola del Bosco", strade limitrofe e lagni sono da bonificare! Mi verrebbe quasi da dire... che bello, poi ci penso... e non lo dico, anzi rifiuto il pensiero!

Poi continuo lungo la strada, e mi accorgo che i (purtroppo) miei concittadini sono comunque virtuosi, anche nello scaricare abusivamente i rifiuti; ormai da una settimana lungo via Masseriola del Bosco stanno in bella mostra, tre buste, ben differenziate, di rifiuti speciali smaltiti o, meglio, scaricati: una busta con calcinacci, una con scorie di materiale fuso (fili elettici) e una con amianto. Viva la differenziata!

Sebastiano Pesce

Discuti l'Argomento sul Blog

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250