SCUOLAMARE

Redazione

“E’ pronta a mollare gli ormeggi la motonave Ufo che ospiterà gli alunni e gli insegnanti dei circoli didattici che parteciperanno alla II Edizione di Scuolamare. L’iniziativa, che si terrà nei giorni 26, 27 e 28 maggio2008, con partenza dal porto di Torre Annunziata, è promossa dall’associazione culturale Esseoesse, un sodalizio che da quindici anni rivolge il suo impegno inattività che puntano alla valorizzazione dei beni culturalie ambientali della costa vesuviana, ed è patrocinatadall’assessorato al Turismo della Provincia di Napoli.

Il progetto, destinato agli alunni frequentanti le scuolemedie inferiori, ha già avuto un primo momento nel mag¬gio 2007, riscuotendo uno straordinario consenso tra idocenti e gli studenti partecipanti.Scuolamare 2008 prevede la partecipazione gratuita dicirca 200 studenti ad una serie di attività correlate al mare, con l’obiettivo di rafforzare il rapporto con l’ambiente marino e i suoi abitanti, riflettere sulla complessità e delicatezza dell’ecosistema, acquisire il concetto dibiodiversità, trascorrere una giornata a contatto con lanatura, la cultura e le tradizioni locali.

“L’obiettivo – precisano gli organizzatori dell’associazione Esseoesse - è quello di proporre viaggi di istruzio¬ne in Italia, pensati e progettati per la scuola e realizzatiattraverso il coinvolgimento di istituzioni e operatori delterritorio vesuviano. La sinergia tra le risorse locali permetterà la programmazione di proposte nelle qualil’aspetto educativo e ludico viaggiano di pari passo consentendo agli studenti di conoscere il territorio in tutti isuoi aspetti.

Il viaggio di istruzione è un importante occasione di crescita e di conoscenza che coinvolge studenti, insegnanti e genitori e, se in esso sono ben dosatiemozioni, aspetti ludici e rigore scientifico, resta nellamemoria dei partecipanti per tutta la vita.”

“Sosteniamo il progetto “Scuolamare” – sottolinea Giovanna Martano, Assessore al Turismo della Provincia di Napoli - perché si tratta di un'iniziativa di grande valore, che punta sulla capacità attrattiva del mare e sulla creazione di una "cultura" diffusa tra gli studenti del nostro territorio e di altre regioni italiane.

La costa del Vesuvio, che viene promossa attraverso questo progetto di turismo didattico, è un territorio ricco di meraviglie e di grandi attrattori turistici. Il mare quindi può a pieno titolo costituire un "prodotto" integrato con gli altri turismi possibili nell' area: archeologico, culturale, ambientale ed enogastronomico".

Il programma delle tre giornate prevede l'accoglienza e la presentazione del laboratorio didattico presso le Antiche Terme Vesuviane oplontine. Poi è previsto l'imbarco al porto su una motonave, attrezzata per l'occasione in aula didattica. A largo gli scolari parteciperanno al prelievo di acque della foce del Sarno e di "plancton" e alle loro analisi, grazie alla collaborazione di Biologi dell'Università Federico II, inoltre assisteranno alle attività dei pescatori in un vivaio di mitili e alle operazioni di pesca di una paranza.

Successivamente, ritornati in porto, gli alunni si cimenteranno nella cernita dal "vivo" del pesce nella "saccata" appena raccolta dal peschereccio, aiutati dai biologi marini ed esperti pescatori locali. Subito dopo, percorrendo le antiche stradine del borgo marinaro si raggiungerà l' ISIS Graziani dove gli allievi del corso ad indirizzo Alberghiero appronteranno un vero e proprio "Laboratorio del gusto", con preparazione e degustazione del pescato insieme a prodotti tipici della nostra regione. Al termine della pausa pranzo gli allievi dell'ISIS Graziani, indirizzo Turistico, guideranno gli ospiti verso l'ultima tappa della giornata, la "perla" dell'archeologia di epoca romana, patrimonio dell'Unesco

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250