CONDANNATI A CAUSA DEI POLITICI?

Redazione

Questa mattina un giornalista tv presente sul Presidio di Boscofangone ha commentato amaramente a microfoni spenti: "La faranno". È stato buon profeta .

Diceva A. J.:
Quello che ci sconcerta, però, è che a condannarci sia la considerazione che il dott. De Gennaro ha dei nostri politici. Avete letto il mattino del 2 febbraio? De Gennaro fa strani commenti

Ecco uno stralcio: "...Chi lo accusa? Ermanno Russo, consigliere regionale di Forza Italia, per sua stessa ammissione "esponente di una famiglia da sempre impegnata in politica a livello locale e nazionale". Un colpo a freddo, ieri pomeriggio. Da buon poliziotto, De Gennaro ha capito che qualcosa non quadrava e ha chiesto chi fosse quel Russo, se fosse parente di un altro Russo, Paolo, anch'egli di Forza Italia. Gli hanno spiegato che chi gli dava addosso è originario di Marigliano e perciò fa il tifo per la sua città; che, sì, il ceppo familiare è quello lì. Non solo. Che i Russo hanno governato Marigliano e il Nolano per non poco tempo, seppure sotto bandiere diverse, e che conoscono la zona palmo palmo come conviene alle famiglie di peso. Come la conosce Tommaso Barbato, un senatore per lui carneade fino a quando non ha sputato in faccia a Nuccio Cusumano e il giorno dopo si è improvvisamente infilato nella protesta per i rifiuti. De Gennaro ha annuito, come a dire: ah, adesso ho capito. Poi solo un cenno della testa: andiamo avanti, non ci siamo mai spaventati.

Continua A. J. :
Cosa vuol dire con quel cenno della testa dottore? Che lei ha condannato un' intera popolazione e un intero territorio, solo per la considerazione che ha dei suoi politici, che tra l'altro sono stati eletti non con un voto popolare, ma con la Porcellum ?

Gli faceva eco G. E. :
Perché, gentile dottore, non dà invece risposte concrete alla gente perbene di questo paese? Perché non viene a rendersi conto con i suoi occhi di come è ridotto il nostro territorio? Perché non spiega il motivo del dissequestro improvviso dell'area? Perché non indica i tempi reali del "momentaneo sito di stoccaggio" e se ne assume la responsabilità?

Comunque dopo il vero e proprio agguato subito in tv dalla delegazione delle Associazioni mariglianesi a Domenica In questo pomeriggio, in cui, in modo vergognoso e falso, si è fatto di tutto per far capire agli italiani che il problema dei rifiuti in Campania è colpa degli abitanti di Marigliano, Nunzia Lombardi, a nome dei mariglianesi tutti, ha chiesto al prefetto di far modificare il comunicato del dott. De Gennaro.

Infatti i risultati delle analisi effettuate , che risultano negativi, sono solo di quelle geo-tecniche, cioè quelle che dovevano stabilire se il terreno poteva sostenere il peso della montagna di rifiuti sotto cui voglio sotterrarci. Ma per quelle che interessano noi, quelle ambientali, i risultati non sono ancora noti, per cui bisogna aspettare ancora un po'. L'impressione che si è avuta da questa vicenda e che queste 48 ore siano state concesse più per far allentare la tensione tra le forze dell'ordine e la popolazione, piuttosto che per una reale voglia di sapere se il territorio è veramente avvelenato o no.

Concludeva G. C. :
"A pochi metri dal "suo" sito di stoccaggio, caro dottore, ci sono i regi lagni, faccia un sopralluogo! A poche centinaia di metri in linea d'aria muoiono pecore per la diossina le cui immagini hanno fatto il giro del mondo, lei le ha viste? Questo è il video. Se lo goda. E se dopo di esso riesce a dormire è degno della fama che si è creata con l'attacco alla scuola durante il G8 di Genova.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250