EMERGENZA RIFIUTI: DEMOCRAZIA E SOLUZIONI DEFINITIVE

Redazione

In una fase di relativa tregua, successivamente all'incontro tra i Sindaci dell'area nolana ed il commissario incaricato per l'emergenza rifiuti in Campania, il prefetto Gianni De Gennaro, riteniamo doveroso esprimere alcune considerazioni circa quanto sta accadendo a Marigliano, dove dovrebbe essere collocato un sito di stoccaggio provvisorio del rifiuto indifferenziato.

Manifestiamo, innanzitutto, la nostra solidarietà a chi è stato coinvolto negli scontri e nelle cariche dei giorni precedenti. Non è possibile colpire indiscriminatamente e colpevolizzare di fatto un'intera popolazione - che, civilmente, con una presenza determinata, ma assolutamente pacifica - chiede il rispetto del proprio diritto alla salute e di non pagare oltremisura le conseguenze di un'emergenza di cui non è in alcun modo responsabile e che deriva, invece, dall'incapacità gestionale di buona parte dell'attuale classe dirigente regionale e nazionale.

Non sosteniamo posizioni utopiche o oltranziste, che non tengono conto del problema reale e di dati di fatto non confutabili: ciascun comune deve e può fare la sua parte, perché le strade siano ripulite e affinché vengano ricreate condizioni minime di vivibilità. Occorre, però, non accontentarsi di superare l'ennesima emergenza e confrontarsi, una volta per tutte, con una situazione che, altrimenti, rischia di ripresentarsi ciclicamente. Non si commetta il solito errore di sottovalutazione e si gettino le basi per ottenere risultati a breve, ma anche a medio e lungo termine, riconducendo l'emergenza e, più in generale, la questione ambientale, nell'ottica più ampia dello sviluppo del territorio, che non può prescindere, almeno a Marigliano, dai numerosi e cospicui interventi di bonifica e riqualificazione di cui il territorio necessita.

Ci appare, inoltre, inaccettabile che cause in grado di motivare ed unire migliaia di persone vengano strumentalizzate e rese oggetto di propaganda da rappresentanti istituzionali e di partito. La tutela della salute pubblica è tematica che merita attenzione, serietà ed un lavoro di approfondimento e di ricerca delle soluzioni, da associare al recupero di quella funzione di servizio che la politica, per toppo tempo, ha smarrito.

Da questo punto di vista, facciamo appello a quanti si riconoscono nel centrosinistra - che continua ad essere, per noi, l'orizzonte politico di riferimento - perché, a Marigliano, come altrove, vadano incontro alla necessità di un nuovo patto tra cittadini ed istituzioni, in grado di testimoniare, mediante la capacità di fornire risposte solidali, improntate al dialogo ed al coinvolgimento delle comunità locali nelle scelte, la volontà di ottenere nuovamente, da parte della buona politica, la fiducia ed il consenso dei cittadini.

Il nostro impegno andrà, dunque, nella direzione di proposte ispirate all'etica della responsabilità ed a criteri di democrazia, apertura e partecipazione. Allo stesso tempo, rilanciamo la disponibilità alla collaborazione con tutti i soggetti e le forze che vorranno operare sotto il segno della responsabilità e della costruzione di alternative possibili.

Sinistra Democratica per il Socialismo Europeo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore