NAPOLI - PS: CRISI RIFIUTI, È IL MOMENTO DELLA RESPONSABILITÀ

Redazione

Il Comitato promotore regionale del Partito Socialista, riunitosi con la partecipazione di Roberto Barbieri, Marco Di Lello, Tommaso Casillo e del Gruppo consiliare regionale, per l'esame della emergenza rifiuti, ha approvato il seguente documento:

"La tragedia dell'emergenza rifiuti in Campania, oltre ai tanti e devastanti effetti negativi che produce nell'intera regione, rende indispensabile l'apertura di una riflessione seria e profonda nel centro sinistra a tutti i livelli. Ora è il momento della responsabilità ed i partiti hanno il dovere di improntare i propri comportamenti al senso della misura.

I Socialisti, pertanto, sono pienamente impegnati nelle azioni per superare la crisi ed assicurano piena solidarietà al lavoro del Prefetto Gianni De Gennaro, respingendo con fermezza ogni forma di strumentalizzazione e di speculazione politica. Al Prefetto De Gennaro spetta il difficile compito di superare la fase acuta dell'emergenza e di favorire il rientro della gestione dei rifiuti nei poteri ordinari delle autonomie locali. Tale obiettivo, tuttavia, può essere raggiunto soltanto se il Governo Centrale assume fino in fondo il carico di questa delicata fase con l'emanazione di provvedimenti legislativi che recepiscano, in maniera sostanziale, le indicazioni della Commissione Parlamentare di inchiesta e soprattutto quelle relative al superamento del Commissariato di Governo, dei Consorzi e di tutta la restante rete di intermediazione nella quale ha trovato spazio la cattiva amministrazione ed il malaffare, e se si concretizza l'auspicata intesa istituzionale (governo, regione, enti locali) che metta tutti di fronte alle proprie responsabilità attraverso lo strumento dell'accordo di programma.

Con altrettanta fermezza, i Socialisti sentono sin da ora il dovere di dire che il dramma di questi giorni rende ulteriormente manifesto in Campania il fallimento di una cultura politica che ha pervaso il centro-sinistra negli ultimi anni nei settori più delicati dell'Amministrazione regionale (rifiuti, sanità, fondi comunitari), che i socialisti hanno più volte e da tempo denunciato in polemica con DS, Margherita e Udeur. Sarebbe miope non vedere in Campania una crisi politica, istituzionale e democratica e sarebbe ancor più irresponsabile non risolverla, ricostruendo innanzitutto quel rapporto tra politica e società che si è del tutto logorato.

L'antipolitica non può essere la risposta alle difficoltà del nostro tempo. E' questa l'ora della buona e della sana politica, l'unica veramente capace di recuperare la frattura apertasi nella società campana. Per fare ciò, i Socialisti ritengono che occorra nel centro-sinistra della Campania una svolta profonda nel segno della discontinuità nei metodi e nella selezione della classe dirigente".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



l'Oceano Superstore300x600
test 300x250
In Evidenza
test 300x250