BARBATO SULLE FOIBE

Redazione

Le accuse sgangherate che il presidente croato Mesic ha rivolto contro le limpide, inequivocabili parole pronunciate dal nostro Capo dello Stato sull'orrore delle foibe, rappresentano un'offesa alla storia e alla memoria, e non da ultimo un inspiegabile passo falso.

Dubito infatti che simili accenti di violenza verbale - dei quali giustamente il ministro D'Alema ha chiesto conto attraverso gli opportuni canali diplomatici - si attaglino allo stile e alla politica estera di un Paese candidato all'ingresso nell'Unione Europea.

Esternazione irricevibile nel merito ancor più che nel metodo, quella di Mesic, poiché i suoi toni aggressivi ci riportano indietro nel tempo, ad un fosco e sanguinoso passato di nazionalismi contrapposti che ogni coscienza civile non riterrà mai abbastanza lontano.

Comunicato Stampa Sen. Tommaso Barbato
Roma, 12 febbraio 2007

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore