ONORANZE FUNEBRI? LA MODIFICA È IN ATTO

Redazione

Privativa delle onoranze funebri: l'Amministrazione di centrosinistra guidata dal sindaco Felice Esposito Corcione esprime la volontà di modificare la situazione esistente. Prima che Antonio Covone, titolare dell'omonima ditta di onoranze funebri del territorio presentasse un atto stragiudiziale di diffida che ha come destinatari il sindaco, il segretario generale e il nuovo responsabile del settore ecologia, chiedendo all'Amministrazione in carica la revoca della privativa del servizio di onoranze funebri.

Dal 1998, infatti, a suo avviso, avvantaggia solo un'altra ditta, generando di fatto una lesione del principio della libera concorrenza del mercato, con la consequenziale instaurazione di un regime di monopolio, che ha danneggiato e che danneggia altre attività, al Comune si erano convinti della necessità di dover procedere in tal senso.

E' stata protocollata il 10 maggio 2006 una nota del direttore generale Maria Piscopo, indirizzata alla giunta municipale nella quale si legge: "relativamente a quanto disposto dal garante sulla libera concorrenza, alle varie sentenze di Tar e di Consiglio di Stato, le quali hanno stabilito che già la legge 142/90 aveva abrogato ogni potestà per i Comuni di istituite privative per i trasporti funebri e che l'effetto abrogativo si estendeva anche all'atto regolamentare del Comune che tale privativa istituiva si invita codeste spettabile esecutivo di valutare la possibilità di predisporre un nuovo regolamento di polizia mortuaria in cui sia inserito anche il servizio di trasporto funebre alla luce delle nuove interpretazioni normativa".

Pronta la risposta dell'esecutivo. In una nota protocollata il 12 maggio 2006, indirizzata al settore qualità urbana e al direttore generale l'assessore Giuseppe Aselli, preso atto del contenuto del predetto documento, precisa: "Il sottoscritto invita la responsabile del settore a predisporre tutti gli atti per istituire un nuovo regolamento, anche alla luce della sentenza della quinta sezione del Consiglio di Stato del 9 dicembre 2004 n. 7899". Esistono note delle stesso tenore degli altri componenti della Giunta municipale.

Loredana Monda

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore