ISPETTORE MINISTERIALE AL COMUNE DI MARIGLIANO

Redazione

E' arrivato, nella mattinata di ieri, al Comune, un ispettore inviato dal Ministero delle Finanze. Pare che sia chiamato ad effettuare verifiche sulla gestione economico-finanziaria dell'Ente locale minore ad autonomia territoriale e funzionale. Sembra che i controlli interesseranno gli ultimi cinque anni di attività. L'invio di un ispettore, che opererà all'interno di una commissione di nomina ministeriale, pare sia, comunque, scaturita dalle segnalazioni al Dicastero delle Finanze, aventi ad oggetto l'approvazione, da parte dell'Amministrazione di centrosinistra guidata dal sindaco Felice Esposito Corcione, delle tariffe ici e tarsu.

Note in materia erano state, infatti, inoltrate, diverso tempo fa, dai partiti della Casa delle Libertà. Addirittura, l'allora senatore di Alleanza Nazionale Michele Florino aveva presentato una dettagliata interrogazione parlamentare. Cosa era accaduto? La tassa comunale sugli immobili era stata tenuta ferma al precedente 5,5%, ma la tassa sui rifiuti solidi urbani era stata aumentata del 35%. Fin qui, niente di strano. Le tariffe erano, tuttavia, passate prima per il Consiglio comunale e poi per la Giunta municipale, con un inversione nell'iter, sforando il termine di legge fissato al 31 maggio 2005 per la stessa approvazione, intervenuta nei primi giorni nel mese di giugno.

L'accaduto aveva fatto ritenere ad alcuni che le tariffe, per il presunto errore, dovessero restare ferme alla soglia dell'anno precedente. Sono state, invece, applicate, nonostante le indicazioni ministeriali, secondo le quali si doveva procedere con un ritiro delle citate delibere, non operato dall'Amministrazione in attesa di sviluppi per un ricorso presentato. In teoria, ora con i controlli all'intera gestione economico-finanziaria del Comune per gli ultimi cinque anni, si potrebbe arrivare anche a chiudere il cerchio su altre questioni, ma sempre sotto lo stesso profilo.

I militari dell'Arma, coordinati da magistrati della Procura della Repubblica di Nola, che hanno condotto indagini che interessano il Comune di Marigliano, proprio in materia di entrate e di uscite, avevano, infatti, chiesto accertamenti di natura finanziaria, mirando a stabilire che, in relazione ad alcune operazioni, si era registrato un mancato introito o un minor introito a favore del Ente locale minore ad autonomia territoriale e funzionale ovvero uscite di denaro superiore a quelle previste.

Loredana Monda

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Farmacia dottor Luciano Vincenzo
test 300x250
In Evidenza
test 300x250