TOMMASO BARBATO: "ABBASSO" LE ALIQUOTE IRPEF ED IRAP

Redazione

"Non sono intenzionato a recedere. Ho avviato una battaglia contro le aliquote Irpef ed Irap ed intendo portala a termine".
Ad affermarlo il vicepresidente della Commissione Bilancio della Regione Campania, Tommaso Barbato, che ritorna con forza sull'argomento.
Dopo aver lottato per la riduzione dell'Irpef, alla fine operata dall'assessore Valiante ed accolta con soddisfazione dal consigliere del Campanile, ora mira ad un abbattimento consistente dell'Irap, ribadendo che ridurre di 0,2 punti l'addizionale è ancora troppo poco.
"A lungo termine le imposte metterebbero in ginocchio le piccole e le medie imprese - continua il consigliere regionale del gruppo Udeur - con una pessima ricaduta sulla nostra economia, laddove nel Mezzogiorno dovrebbero essere favoriti gli investimenti per le Pmi".
Ho il polso della situazione e posso dire che a chiedere lavoro non sono solo i giovani, ma anche padri di famiglia in età avanzata, che devono provvedere al sostentamento dei loro congiunti e che hanno perso il lavoro a causa della crisi che ha investito le aziende per le quali lavoravano.
E' vero che il bilancio di previsione 2006 approvato dalla giunta regionale è frutto dell'esigenza di rigore imposta dai conti nazionali e sopperisce alle mancate entrate dei trasferimenti di risorse statali agendo sulla leva fiscale e sul contenimento della spesa, ma non può essere consentito che si gravi ulteriormente sulle imprese, per colmare il buco di cinque miliardi nel settore Sanità. Si provveda, piuttosto, a contenere gli sperperi di denaro per garantire il recupero delle mancate entrate.
Dunque il vice presidente della Commissione Bilancio non demorde: il risanamento dei debiti deve conciliarsi con l'esigenza di tutela delle piccole e medie imprese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore