LE VIE DELL’ILLEGALITÀ

Redazione

Un Incentivo Diseducativo: Libero e gratuito tirocinio all’illegalità degli automobilisti di Marigliano


Se ognuno facesse il proprio dovere, se gli Amministratori Comunali anziché prestare orecchio a idioti pettegolezzi decidessero ogni tanto di ascoltare le lamentele dei cittadini sui disservizi della macchina comunale provvedendovi tempestivamente, diverrebbe la nostra un’altra città, lontana dagli standard di paese extracomunitario.
Esporrò brevemente su fatti che mi rattristano e mi amareggiano perchè evidenziano aspetti negativi e/o omissivi delle nostre Istituzioni, non con spirito distruttivo ma in forma unicamente propositiva. Oggidì nulla più meraviglia:
Giovani teppisti che dall’alto di un cavalcavia gettano sassi sulle auto in transito;
Spettatori che lanciano bottigliette nel campo da gioco pur consapevoli dell’eventuale squalifica della squadra del cuore;
Scippi e rapine ai danni di malcapitati;
Furti di auto e motoveicoli di ogni specie, truffe e raggiri;
È un problema nazionale prima ancora di essere locale, però spesso la cultura all’illegalità è incosciamente incentivata dalla incapacità a far rispettare le regole del vivere civile. A Pomigliano d’Arco raramente si avvistano motociclisti senza casco o auto che percorrono contromano i sensi unici, perché a Marigliano ciò avviene?
Sono convinto che lasciare impuniti coloro che infrangono le regole automobilistiche rappresenti un libero e gratuito tirocinio alla cultura dell’illegalità già così diffusa; una sorta di incentivo diseducativo! Via Campo Sportivo, ad esempio, strada ancora priva di fogne e di marciapiedi (da anni giace in bilancio un congruo stanziamento del Comune) è percorsa contromano da centinaia di automobilisti ogni giorno pur essendo una strada ad elevata concentrazione di scuole e quindi di pedoni soprattutto studenti a piedi senza protezioni. Quando piove, siamo testimoni anche di un ulteriore incivile costume locale: maldestramente o forse anche con proposito i pedoni/studenti sono schizzati e bagnati dalla testa ai piedi!
E’ una vergogna assistere a questi episodi, ancora di più sapere che capita ai nostri ragazzi e che le istituzioni pur disponendo delle necessarie dotazioni finanziarie nulla fanno per evitarlo!
Perché nell’esercizio delle proprie attività non si stabilisce di far funzionare correttamente i sensi unici e magari inibire i potenziali pericoli per i pedoni e per gli automobilisti in transito anche con la costruzione dei marciapiedi? Se non è possibile esercitare un adeguato controllo, non è forse meglio ordinare la rimozione dei segnali di senso unico???
Ne soffrirà il traffico di Corso Vittorio Emanuele e di Via Campo Sportivo ma almeno non si rischieranno paurosi incidenti causati dalla continua marcia di autoveicoli contromano ed a velocità sostenuta. Sarà almeno moralmente responsabile la Pubblica Amministrazione? Chissà! Forse mancano mezzi, uomini e dotazioni, mancherà la strumentazione, la mentalità o cosa altro?
Un cittadino sempre più deluso – Pino Terracciano

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore