Mariglianella: legalità, ambiente e assegnazione del premio Gallo d’Oro

Ilenia Papilio

MARIGLIANELLA - Nella mattinata di sabato si è tenuto nell’aula consiliare del Comune un convegno sul tema legalità e ambiente quale sviluppo per il territorio. Durante il convegno vi è stata l’assegnazione del premio “Gallo d’oro“, istituito dalla dott.ssa Anita Capasso,anche moderatrice dell’incontro.

Hanno preso
parte al meeting il dott. Francesco Bisceglie,autore dell’inchiesta” Terra Mia” e magistrato attivo in prima persona per la lotta alle eco-mafie; il dott. Alfredo Mazza,artefice del noto studio sul “triangolo della morte” e collaboratore della rivista”Lancet Oncology”; il capo del corpo forestale Vincenzo Stabile, impegnato in prima linea per la difesa del nostro territorio ; Sandro Ruotolo, a cui è stato assegnato il Premio Gallo D'Oro,  vicedirettore della nota trasmissione “Anno Zero” in onda su Rai due,giornalista coraggioso,capace ,mediante le sue inchieste, di rompere il muro d’omertà e,infine, i ragazzi del Liceo Scientifico C.Colombo di Marigliano.

Questi ultimi hanno presentato al convegno una serie di lavori realizzati per la lotta all’illegalità e all’eco-mafia, dando prova di senso civico ,e dimostrando che l’educazione a vivere una cittadinanza critica e attiva parte proprio dalla scuola.
Dopo l’intervento del sindaco di Mariglianella Felice di Maiolo,la parola passa a Mario Capasso, presidente del premio Gallo d’oro, egli ci invita a non tacere su problematiche di questo tipo , e ad impegnarci per rendere il nostro territorio migliore facendo talvolta anche autocritica.

Particolarmente significativo l’intervento del giornalista Alfredo Mazza che negli anni ha cercato di fare luce sullo strettissimo rapporto che intercorre tra inquinamento ambientale e malattie tumorali,diffusissime nel nostro territorio .Con le sue inchieste,condotte per anni nell’ agronolano ,egli ha fatto emergere una realtà segnata dall’illegalità , illegalità che molto spesso ha riguardato anche le amministrazioni comunali.

Mancanza di cultura ambientale,sistema che ostacola il trionfo della giustizia,scarsa disponibilità di mezzi, sono questi alcuni dei gravissimi problemi emersi dalla testimonianza del dott. Francesco Bisceglie ,attivo per anni nella lotta alle eco-mafie, trasferitosi da poco a Brescia.

Alcuni, come ha ricordato Mario Capasso, hanno messo in discussione l’effettiva utilità del convegno, ritenendo che parlare di cose di questo tipo non porti a nessun miglioramento effettivo: senza informazione non c’è conoscenza e senza conoscenza non si svilupperà mai un agire critico e consapevole. La responsabilità del nostro territorio martoriato e infetto purtroppo è da attribuire anche a noi, quali cittadini molto spesso indifferenti ed egoisti, talvolta - proprio a causa della disinformazione - inconsapevoli.


 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Ilenia Papilio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore