Nola,tredici arresti, tredici denunce e cinque espulsioni

Loredana Monda

NOLA -  E’ questo il bilancio di un servizio portato a termine - nel week end - dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile e delle stazioni di San Paolo Bel Sito, Carbonara di Nola e Saviano.

Nell’ambito di attività che sono state coordinate dalla Compagnia di Nola al comando del Capitano Andrea Massari e che erano finalizzate al contrasto del fenomeno dell’immigrazione clandestina, nelle aree dove con maggiore frequenza si registrano furti in abitazione e reati contro la persona, i militari dell’Arma hanno fatto irruzione in uno stabile di Via Caserta nella frazione di Polvica del Comune di Nola (risultato di proprietà di un sessantenne di Sant’Arpino nel Casertano che è consigliere comunale in territorio della zona), arrestando otto marocchini clandestini e senza fissa dimora, per violazione di domicilio, aggravata dalla violenza sulle cose.
 
Gli stranieri avevano demolito una recinzione perimetrale e avevano realizzato un grosso buco in uno muro spesso eretto dal proprietario per evitare occupazioni clandestine e posto alla base delle scale che dal piano terra conducono al piano superiore. Il tutto era stato fatto al fine di poter occupare le stanze del secondo piano dell’edificio. Durante l’intervento, i carabinieri hanno constatato le precarie condizioni igienico-sanitarie nelle quali vivevano gli extracomunitari, nell’abitazione che già due anni fa era stata occupata da altri extracomunitari clandestini, tanto che il proprietario aveva presentato una denuncia. Ma il servizio non si è chiuso così.

A San Gennaro Vesuviano e Nola, per contrastare anche la vendita ambulante non autorizzata di prodotti di vario genere e per reprimere gli illeciti in materia violazione del diritto d’autore, i militari dell’Arma hanno arrestato un altro marocchino senza fissa dimora, che era in possesso di 168 supporti informatici (cd e dvd), illegalmente duplicati e privi del contrassegno della Siae, che sono stati sequestrati. Nello stesso contesto operativo, sono stati denunciati in stato di libertà altri extracomunitari, tutti sedicenti e senza fissa dimora.

Si tratta
del predetto arrestato che ha violato gli artt. 6 e 10 bis del D.Lgs n.286/98 (T.U. Immigrazione - Mancata esibizione di documenti/titolo di soggiorno e Ingresso/soggiorno illegale sul territorio nazionale), un minorenne marocchino che era in possesso di altri 350 supporti informatici (cd e dvd) piratati che sono stati sequestrati, due ucraini ritenuti responsabili di invasione di edifici di pubblica utilità, avendo occupato dei depositi di proprietà delle Ferrovie dello Stato a Nola e per la violazione degli (oltre che per la violazione del citato T.U. Immigrazione - Mancata esibizione di documenti/titolo di soggiorno e Ingresso/soggiorno illegale sul territorio nazionale).
 
Nel corso del stesso servizio sono stati, inoltre, arrestati a Palma Campania altri quattro stranieri per l’inosservanza di ordini di espulsione emessi a loro carico dal Questore. Sono state, infine, avviate le pratiche di espulsione per 5 extracomunitari clandestini: 2 ghanesi, 1 indiano e 2 ucraini.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore