Omicidio a Brusciano

Loredana Monda

BRUSCIANO - Giallo sul ritrovamento di un cadavere, indagano i carabinieri. Tutto è iniziato intorno alle 7 del mattino del 29 maggio scorso, quando, attraverso il 112, alla centrale operativa del Gruppo di Castello di Cisterna al comando del Tenente Colonnello Antonio Jannece è arrivata una telefonata di segnalazione della presenza - al civico 5 di Via Genova - del corpo senza vita di un uomo.

Sul luogo che era stato indicato ai militari dell’Arma si sono recati gli uomini del Norm della Compagnia di Castello di Cisterna del Capitano Orazio Ianniello. Effettivamente, all’interno di un’abitazione - di proprietà di A.S., 72 anni, del luogo - c’era Ouhmid Mohamed, marocchino trentunenne irregolare, ormai esanime.
 
Il cadavere presentava più ferite d’arma da punta e taglio (un' accetta). I fendenti interessavano più zone del corpo dell’uomo. Allo stato attuale risulta ignoto l’assassino dello straniero.

Secondo i primi elementi emersi dalle indagini dei militari di Castello di Cisterna all' origine del delitto non ci sarebbe una rapina, ma una lite per motivi di interesse, forse un prestito non restituito.

Intanto che le indagini - affidate al Nucleo Investigativo del Gruppo al comando del Tenente Colonnello Fabio Cagnazzo, la salma del marocchino è stata trasportata all’obitorio del II Policlinico di Napoli per l’esame autoptico, disposto dall’autorità giudiziaria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore