Mariglianese rapina un benzinaio

Loredana Monda

SCISCIANO - Ha rapinato un benzinaio. In poche ore è stato, però, identificato e arrestato dai carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna del Capitano Orazio Ianniello. Salvatore La Montagna, 22 anni, residente a Marigliano si era presentato, a bordo di un ciclomotore e con un casco integrale, su un distributore della IP. Aveva minacciato un dipendente con una pistola e si era fatto consegnare cento euro.

Il tutto
alla presenza del titolare quarantunenne e di un cliente quarantaseienne. Sono stati i tre uomini - che avevano pure tentato di reagire alla rapina aggravata ingaggiando una colluttazione con lui - a raccontare tutto ai militari dell’Arma - che l’hanno presto bloccato. Il ventottenne - residente a Somma Vesuviana - ha infatti incrociato poco dopo i militari dell’Arma - in servizio di pattugliamento - in Via Spartimento, chiedendo loro d’intervenire fermando e sostenendo che a causa della colluttazione l’autore dell’atto illecito era stato costretto a scappare a piedi.

Dopo l’arresto del mariglianese, i cento euro sono stati recuperati e restituiti al distributore. Il ciclomotore usato per la rapina - una vespa prima di contrassegno identificativo - è stato sequestrato. Due persone che si sono “scontrate” con La Montagna sono ricorse alle cure mediche del personale della Clinica Villa dei Fiori di Acerra: hanno riportato l’una un “trauma contusivo alla regione lombare destra, scapolo omerale destra e un’escoriazione alla piramide nasale” guaribile in 3 giorni, l’altra una “escoriazione al labbro inferiore ed un trauma contusivo al volto” guaribile in 4 giorni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore