Marigliano, presentato "La Valigia di Cartone"

Loredana Monda

MARIGLIANO - “La valigia di cartone”. Questo il titolo del nuovo libro del consigliere regionale di Sinistra Ecologia e Libertà, Antonio Scala. Il lavoro è stato presentato nella serata di ieri nella sede cittadina del partito. Ad introdurre il coordinatore locale, l’avvocato Pasquale Allocca.

Pasquale Allocca ha voluto chiarire la posizione di “Sinistra, Ecologia e Libertà” dopo l’annuncio di sostegno al candidato governatore della Regione Campania di centrodestra Stefano Caldoro, da parte di Pasquale Beneduce, ex segretario provinciale dello Sdi, ora dimissionario (il coordinamento è stato commissariato), affermando: “A scanso di equivoci, noi abbiamo una posizione semplice e chiara. Siamo nel centrosinistra. Per le regionali, sosteniamo il candidato Vincenzo De Luca”.

Detto ciò, arriva una prima introduzione al libro, che fornisce uno spaccato di una realtà meridionale, a cui un uomo, dopo un periodo di emigrazione, torna, nonostante i problemi che l’hanno continuata ad affliggere. L’opera parla di un’immigrazione ben nota al consigliere Scala: il protagonista è il padre, partito dalla sua Tufino, per cercare fortuna fuori e per tornare alla sua terra, alle sue radici, nonostante le difficoltà. Pasquale Allocca ha richiamato l’attenzione sulla diffidenza della società odierna rispetto agli immigrati, considerati troppo spesso in accezione negativa, ma dietro i quali troviamo molto di più.

Si sofferma su un discorso di sicurezza che nasconde una serpeggiante forma di razzismo. Formula una domanda retorica, pregna di significato: “Chi incide di più sulla nostra vita? Chi vende i fazzolettini al semaforo o un camorrista”. Non manca di fare un riferimento alla legge sullo “scudo fiscale”, che permette di riportare in Italia denaro riciclato precedentemente portato all’Estero in maniera illegale. Non manca di fare un riferimento ai beni confiscati alla camorra, che oggi si possono rivendere e che possono essere ricomprati dai prestanome per contro degli stessi camorristi. Si tratta di beni che una volta era acquisiti al patrimonio dello Stato, a cui si dava una destinazione sociale.

Allocca chiude affermando che si deve attuare una vera politica di integrazione, a partire dal Sud. che conosce il fenomeno dell’immigrazione e che è geograficamente più vicina ai paesi africani o dell’est europeo. Per l’avvocato, uno straniero regolare, che paga le tasse, ha diritto ad avere il riconoscimento di diritti, tra cui quello di voto.

Prima di proseguire, in sordina, ufficiosamente, “Sinistra, Ecologia e Libertà” presenta l’omologa femminile di Tonino Scala: la giovane Celeste Napolitano di Liveri, candidata, in quota rosa, al Consiglio Regionale della Campania che afferma: “Non mi piace l’uso del potere per nascondere le proprie responsabilità, il clima di diffidenza e di razzismo. Chi amministra il mio futuro deve essere una persona perbene. Scelgo di stare con le persone perbene. Mi candido per contribuire al rinnovamento, soprattutto delle idee. Conosco direttamente Tonino Scala, indirettamente conosco Nichi Vendola. Sono stanca e desidero - come molti giovani - il cambiamento”.
 

Interviene, quindi, Nello La Gala - consigliere comunale di “Sinistra, Ecologia e Libertà” - che parla di momento delicato sotto i profili politico, sociale e territoriale, della difficoltà imprevista dettata dalla scelta di Pasquale Beneduce, che pure aveva lavorato alla costruzione del partito di centrosinistra. Sempre a scanso di equivoci, rafforzando le parole di Allocca, La Gala asserisce: “Dopo l’esito delle comunali che ci hanno visto perdenti, avevamo detto ai cittadini che saremo rimasti nel centrosinistra e avremmo fatto opposizione seria. Ora, la nostra posizione non è cambiata. Intendiamo esercitare quella funzione di controllo che vede più protagonista le forze di opposizione. Pasquale parla dell’incidenza sulle nostre vite della criminalità organizzata e riferiva di una bomba messa ad un negozio.

 Ebbene, per venerdì è convocato il Consiglio Comunale e noi proporremo l’istituzione di una commissione che segua certe questioni, a cui tutti i componenti dovranno partecipare a titolo gratuito“. A chiudere è l’autore del libro, Antonio Scala, per tutti Tonino. Il consigliere regionale ringrazia i presenti. In un Paese in cui si legge poco, a suo avviso, vedere tanta gente, in una sede di partito, per la presentazione di un libro fa piacere. Spiega che, nelle scorse settimane, ha voluto presentare il libro in un centro per l’immigrazione di Castelvolturno. Parlare di una Italia che va in Europa con una doppia velocità, per Scala, è un errore politico, un doppio errore economico.

 La ripresa del prodotto interno lordo, per il consigliere, è legato alla ripresa del Sud. Egli afferma di non essere un amante dei Borboni, ma di non poter dimenticare che con i soldi del Regno delle Due Sicilie, sono stati pagati i debiti delle guerre dei Savoia. “Mi chiedono sempre perché non mi è simpatico Giuseppe Garibaldi. Non ho niente contro di lui. Effettivamente, potrebbe, tuttavia, aver ragione chi disse che l’Italia era stata fatta e si dovevano fare gli Italiani. Credo, però, che tuttora gli italiani non siano stati fatti.

 Scala parla dell’esperienza di suo padre, partito da Liveri, per tornarci. Suo padre è andato via per cercare fortuna altrove, come sono, tuttora, costretti a fare tanti giovani, che neppure di fronte a finanziamenti, sono disposti a far ritorno nella loro terra, impegnandosi a lavorarvi. Si sofferma sui tanti commissariamenti. Afferma che non tutti i deficit sono frutto di una cattiva amministrazione: molti problemi vengono da lontano e sono negativamente condizionati dal governo nazionale. Per Scala una ripresa nazionale è fortemente legata ad una ripresa delle Regioni del Sud. “Deve essere affrontata seriamente la questione meridionale. Solo risolvendola - ha asserito il consigliere regionale - si potrà aiutare l’intera Italia”.
Discuti l'Argomento sul Blog

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore