Arrestato mentre noscondeva una 500 appena rubata

Loredana Monda

SAN GENNARO VESUVIANO - Furto aggravato e ricettazione. Sono le accuse formulate per Oscar Vincenzo Mosca, 38 anni, del luogo, arrestato dai carabinieri della caserma cittadina, nel quadro di attività ordinarie che sono state coordinate dalla Compagnia di Nola del Capitano Andrea Massari. L’uomo è stato bloccato in Via Napoli. Non era distante dalla sua abitazione.

 Quando i militari dell’Arma sono intervenuti era intento ad occultare una Fiat 500, di proprietà di un ventottenne, a cui era stata rubata, poche ore prima, in Via Francesco Curia ad Ottaviano. Gli uomini della Benemerita hanno eseguito una perquisizione domiciliare. Nella casa del trentottenne, i carabinieri hanno rinvenuto svariati pezzi di auto (in particolare, tappezzerie, piantoni sterzo, centralina elettronica, supporti posteriori, portiere, volanti e cambi).

 Sono state, inoltre, trovate cinque valigette contenenti apparecchiature elettroniche e meccaniche di laboratori medici. Tutto il materiale, che è stato ritenuto di provenienza illecita, è stato sequestrato. La Fiat 500 è stata, invece, restituita al proprietario. Mosca è finito in una camera di sicurezza, in attesa di giudizio con rito direttissimo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore