Nappi, pronte misure straordinarie per risollevare il comparto agricolo

Loredana Monda

Le misure ordinarie e straordinarie previste dalla Giunta per sostenere il comparto agricolo in difficoltà, lo stato di attuazione dei tre Grandi Progetti riguardanti il settore primario finanziati con i fondi del Por Campania 2007/2013, un primo bilancio sulla spesa dei finanziamenti europei legati al Fondo di Sviluppo Rurale, una disciplina più razionale degli usi civici. Su questi argomenti l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianfranco Nappi, ha relazionato stamattina davanti ai consiglieri dell’VIII Commissione Permanente del Consiglio Regionale, presieduta dall’onorevole Sebastiano Sorrentino.

Nappi ha esordito fornendo all’organismo consiliare una buona notizia: “Abbiamo chiuso un importante accordo con il sistema bancario per dilazionare le rate dei mutui delle imprese agricole in difficoltà, portando il termine da 12 a 18 mesi”. La situazione, tuttavia, resta problematica: “La crisi in agricoltura fa meno rumore di quella di altri settori produttivi: si consuma quasi nell’indifferenza generale – ha affermato l’assessore – eppure a noi basterebbe l’1% di quanto è stato fatto per la Fiat”. Per soccorrere le imprese in difficoltà, il governo regionale ha stabilito una serie di misure straordinarie: dai due milioni di euro stanziati per il settore ortofrutticolo, ai due milioni e mezzo previsti per le aziende del settore della pesca (ancora in attesa di una legge regionale) in difficoltà.

“Dal prossimo bilancio – ha detto Nappi – cercheremo di ricavare almeno un altro milione, milione e mezzo”. Per quanto riguarda invece gli interventi strutturali, l’assessore all’Agricoltura ha sottolineato l’importanza dei Pif, Progetti Integrati di Filiera, per i quali sono pronti 170 milioni di euro, giudicando “eccellente l’andamento del Piano di Sviluppo Rurale”. “Stiamo andando meglio, per quantità e qualità della spesa dei fondi Ue, perfino rispetto alla precedente programmazione”.

Sui tre grandi progetti previsti dal Por 2007/2013 (Polo Florovivaistico, Polo Agroalimentare e Polo dell’Oro Rosso), Nappi ha espresso soddisfazione per la chiusura del contenzioso con il Comune di Marigliano sulle procedure di realizzazione del Polo Florovivaistico, mentre per quanto riguarda il Polo dell’Oro Rosso, ha sottolineato: “abbiamo introdotto dei criteri di semplificazione delle procedure amministrative che ci porteranno, già prima di Natale, a conferire l’incarico per lo studio di fattibilità e il progetto preliminare”. Per quanto riguarda il Polo Agroalimentare, che sarà realizzato all’interno della struttura di San Nicola Varco di proprietà della Regione, Nappi ha anticipato che proporrà ai produttori della Piana del Sele una sorta di patto: i fondi saranno messi a disposizione di quanti favoriranno processi di inclusione sociale e di regolarizzazione per gli immigrati sfrattati dalla struttura.

Infine, le politiche di promozione: “Ho percorso – ha raccontato l’assessore – settemila chilometri in pullman, visitando quattordici paesi. Ovunque ho riscontrato interesse per i nostri prodotti. Ma dobbiamo sforzarci di immaginare nuove politiche di export, favorendo la nascita dei consorzi di produttori”. Al dibattito sono intervenuti il presidente della Commissione, Sorrentino, e i consiglieri Mario Ascierto Della Ratta, che ha posto l’accento su un diverso approccio nelle politiche di valorizzazione dei vini campani e sulla necessità di cominciare a lavorare subito per la creazione di un Polo dell’Oro Giallo, Nicola Caputo, il quale ha fatto un primo bilancio delle attività della cabina di regia del settore vitivinicolo, Donato Pica e Franco Brusco, che ha rilanciato con forza la necessità di una regolamentazione più razionale degli usi civici sui terreni interessati da attività estrattive.

 L’assessore si è impegnato a promuovere un tavolo tecnico con i suoi colleghi titolari delle deleghe all’Urbanistica e alle Attività produttive. “Sono molto soddisfatto degli impegni assunti dall’assessore – ha commentato il presidente dell’VIII Commissione, Sebastiano Sorrentino. – Il governo regionale ha mostrato grande sensibilità, mettendo in campo uno sforzo straordinario per sostenere il mondo agricolo in difficoltà. Credo che nell’ultimo scorcio di questa legislatura regionale potremo continuare a lavorare bene di concerto con la Giunta per cercare di ridimensionare le criticità di un settore che resta di importanza vitale per il buon andamento complessivo dell’intera economia regionale”.

IL PRESIDENTE
- On. Sebastiano Sorrentino
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250