Nola,"Virgo Fidelis"

Loredana Monda

NOLA – Celebrata la “Virgo Fidelis”. I carabinieri della Compagnia di Nola al comando del Capitano Andrea Massari hanno partecipato, in centinaia, alcuni con famiglie a seguito, alla Santa Massa celebrata nel Duomo, dal Vescovo, Sua Eminenza Monsignor Beniamino Depalma. Alla celebrazione eucaristica ha fatto seguito una visita guidata all’interno del Palazzo Vescovile e del Museo Diocesano.

Sono state ammirate, nel corso di cinque tappe, le Sale del Medaglioni, De Cristofaro, degli Argenti, dell’Immacolata e dei Dipinti. Ricordiamo che la “Firgo Fidelis” (Vergine Fedele) è la Madonna delle Liturgie Lauretane. La diffusione e l’affermazione del culto della vita e della missione di Madre e di Corredentrice del genere umano della Madonna sono legate alla "Benemerita e Fedelissima" Arma dei Carabinieri d'Italia. Nell'Arma il culto alla "Virgo Fidelis" inizia dopo la seconda guerra mondiale per iniziativa di S.E. Mons. Carlo Alberto Ferrero di Cavallerleone, Ordinario Militare d'Italia e di Padre Apolloni S.J., Cappellano Militare Capo.

 Lo stesso Comandante Generale dell’epoca, prendendo a cuore l'iniziativa, aveva bandito un concorso artistico per un'opera che raffigurasse la Vergine, Patrona dei Carabinieri. Lo scultore e architetto Giuliano Leonardi ha rappresentato, così, la Vergine in atteggiamento raccolto mentre, alla luce di una lampada legge in un libro le parole profetiche dell'Apocalisse: "Sii fedele sino alla morte”.

La scelta della Madonna "Virgo Fidelis", come celeste Patrona dell'Arma, è indubbiamente ispirata al motto: "Nei secoli fedele", con riferimento alla fedeltà d’ogni soldato verso la Patria. Giornata di celebrazione della “Virgo Fidelis” è il 21 novembre, a ricordo della presentazione di Maria Vergine al Tempio e della battaglia di Culqualber.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250