Giro di vite dei carabinieri.

Loredana Monda

CASTELLO DI CISTERNA – Giornate caratterizzate da controlli di varia natura, da denuncie, da sequestri, da elevazioni di contravvenzioni nei territori di competenza del Gruppo di Castello di Cisterna. Due le Compagnie che hanno coordinato gli accertamenti delle ultime ore. A Somma Vesuviana, nel quadro di attività seguite dalla Compagnia di Castello di Cisterna del Capitano Orazio Ianniello, i carabinieri della caserma cittadina hanno deferito alla magistratura due coniugi di 52 e di 63 anni, ritenuti responsabili di abusivismo edilizio, di realizzazione di discarica abusiva, di esercizio abusivo di attività e di omessa custodia di armi.

In Via Seggiari, i militari dell’Arma hanno scoperto un capannone di proprietà della coppia, che originariamente era adibito a deposito agricolo ed ora era stato illecitamente ampliato e trasformato in officina meccanica con annesso autolavaggio, nonché, su una area attigua di 25mila metri quadrati una discarica abusiva, dove erano accantonati materiali ingombranti di natura speciale (pneumatici, veicoli in disuso, pezzi di motori intrisi di olio). Il marito e’ stato, inoltre, denunciato in stato di libertà per esercizio abusivo dell’attività di meccanico ed omessa custodia di armi, poiché nel corso di un sopralluogo all’interno dell’officina sono stati rinvenuti un fucile da caccia calibro 20 e 105 cartucce, regolarmente denunciati ma custoditi in luogo diverso da quello autorizzato.

 Il fucile, il materiale e l’intera area (del valore di 1 milione di euro) sono stati sequestrati. Sul fronte della Compagnia di Nola del Capitano Andrea Massari, hanno eseguito accertamenti di contrasto ad illegalità diffuse i carabinieri di 12 stazioni e dell’aliquota radiomobile, che hanno arrestato il ventunenne Alì Rubel del Bangladesh, responsabile di inosservanza ad un ordine di espulsione dal territorio italiano, emesso a suo carico il 19 maggio 2007, dal Prefetto di Crotone: l’uomo è stato fermato durante servizi straordinari in occasione dell’apertura degli esercizi commerciali per l’intera giornata di domenica per i festeggiamenti di San Felice, patrono di Nola, effettuati con pattuglie a piedi e con l’impiego del “carabiniere di quartiere” allo scopo di prevenire reati predatori e di contrastare il fenomeno dei venditori ambulanti non autorizzati.

Nel corso dei servizi un senegalese e due pakistani sono stati contravvenzionati per occupazione senza autorizzazione della sede stradale: sono stati denunciati perché non hanno esibito passaporto o altro documento di identificazione e neanche il permesso di soggiorno attestante la regolare presenza nel territorio dello Stato. Sono stati bloccati, inoltre, sottoposti a rilievi foto - segnaletici e deferiti alla magistratura perché non hanno esibito documenti idonei alla loro identificazione ed attestanti la regolare presenza nel territorio dello Stato anche 6 cittadini dell’Ucraina e 2 del Bangladesh.

E’ scattata, inoltre, la denuncia per omessa custodia di armi per un settantenne di Scisciano, che aveva lasciato incustodito un fucile calibro 12, regolarmente detenuto, così come è scattata la denuncia per ricettazione per un trentenne di Cicciano, che ad un posto di controllo e’ stato trovato in possesso di una Fiat Punto, oggetto di una rapina denunciata, il 30 ottobre scorso, al Commissariato della Polizia di Stato di Ischia, da un trentanovenne. A seguito dell’istituzione di posti controllo sono state contestate violazioni al Codice della Strada e (quando previsto) denunciate, 29 persone per guida senza casco, 167 per guida senza cinture, 1 per guida in stato di ebbrezza, 18 per velocità non commisurata, 2 per guida senza patente (mai conseguita), 263 per altre varie violazioni.

Deferite, inoltre, 13 persone responsabili di sottrazione di cose sottoposte a sequestro o di violazione colposa dei doveri di custodia su auto o su moto sequestrati. Per finire diremo che sono stati sottoposti a sequestro/fermo amministrativo, anche per irregolarità riscontrate su documenti assicurativi e di circolazione, 61 mezzi (31 autovetture e 30 motorini). Sei assuntori di sostanze stupefacenti sono stati, infine, segnalati al Prefetto di Napoli.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250