Brusciano, arrestato per molestie

Loredana Monda

BRUSCIANO – Sulla scorta di una legge appositamente varata negli ultimi mesi dal Parlamento, sono scattate le manette ai polsi di un uomo, ritenuto uno stolker, a causa di alcuni atti persecutori aggravati, compiuti ai danni di una quarantenne del luogo. Le azioni, ripetute nel tempo, tanto di risultare troppo insistenti e moleste, se non sono servite a far cadere la vittima ai piedi di un giovane di trentaduenne, sono bastate, tuttavia, a far finire proprio l’uomo in carcere.

Dopo essere stato arrestato in stato di flagranza, ormai archiviate tutte le procedure burocratiche del caso, il presunto molestatore è stato, infatti, tradotto, dagli stessi della stazione di Brusciano, a Poggioreale. I militari del luogo, affiancati dai loro colleghi8 dell’aliquota radiomobile e coordinati dalla Compagnia di Castello di Cisterna al comando del Capitano Orazio Ianniello, sono intervenuti in un’abitazione di via Corte, dopo una richiesta d’aiuto della donna, assoggettata a minacce e molestie.

In particolare, l’uomo aveva detto alla donna (sua consorte) di volere bruciare la casa, tanto d’aver già cosparso e cospargeva alcool etilico sul pavimento. Immediati accertamenti hanno permesso di appurare che la signora aveva subito per due mesi minacce, ingiurie e violenze di ogni genere. Le pregresse denunce, presentate dalla vittima, non avevano scoraggiato il coniuge, che si era, anzi, accanito perseguitandola in maniera più insistente e determinando in lei uno stato di prostrazione psicologica tale da costringerla a modificare le proprie abitudini di vita e di relazione. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



MM_Mariano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250