BRUSCIANO: ARRESTATO MAURIZIO DE LUCA

Loredana Monda

Nella giornata di martedì, i carabinieri della stazione di Brusciano, coordinati dal maresciallo Carmelo Mollica Ballato hanno arrestato, in flagranza di reato, con l'accusa di evasione, il ventisettennene Maurizio De Luca, del luogo, considerato già noto alle forze dell'ordine.

Il giovane era ai domiciliari dal febbraio scorso, quando congiuntamente a due fratelli era stato arrestato per un furto in una serra di Mariglianella. Dei tre uomini due, tra cui il ventisettenne, dopo una condanna arrivata a conclusione di un processo per direttissima al Tribunale di Nola, avevano usufruito, infatti, del beneficio dei domiciliari.

Dopo l'arresto degli ultimi giorni, un nuovo rito per direttissima si è concluso con una condanna a quattro mesi. L'uomo è, tuttavia, a piede libero, dovendo essere ancora emesso e eseguito un relativo ordine di carcerazione.

La famiglia De Luca era nota a Brusciano da quando il padre del ventisettenne era stato trovato morto in strada. Il decessso era apparso costituito di ombre e di luci.

Inoltre, nell'ambito di ordinarie operazioni di controllo del territorio coordinate dalla Compagnia di Castello di Cisterna, a Sant'Anastasia, i carabinieri della locale stazione hanno eseguito un arresto per violazione della legge a tutela del diritto d'autore.

A finire in manette il trentenne Fred Obanla, originario del Togo, trovato in possesso di 409 supporti ottici, tra cd e dvd, duplicati illegalmente e privi di contrassegno della Siae.

Dopo l'espletamento delle formalità burocratiche, il giovane è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa di essere processo con rito direttissimo al Tribunale di Nola.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore