CARABINIERI: ALTRI ARRESTI, UNO A MARIGLIANO

Loredana Monda

Altri servizi ordinari di controllo del territorio coordinati dalle Compagnie Carabinieri di Castello di Cisterna e di Nola, altri arresti e altre denuncie in stato di libertà. A Marigliano, in flagranza di reato, per evasione, i militari dell'Arma del Norm di Castello di Cisterna hanno arrestato il ventiduenne Antonio Perrotta, del luogo, considerato già noto alle forze dell'ordine, che era ai domiciliari per rapina aggravata, nonché per lesioni e per resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane è stato notato e è stato bloccato in strada. Ammanettato, è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo al Tribunale di Nola.

Stessa sorte è toccata anche ad un giovane di Acerra, arrestato con la stessa accusa. I carabinieri della locale stazione hanno ammanettato per evasione il ventisettenne Vincenzo Paolella, stimato già noto alle forze dell'ordine, ai domiciliari per spaccio di sostanza stupefacente. A Piazzolla, per violazione alla legge a tutela del diritto d'autore, i militari dell'Arma della stazione di Carbonara hanno arrestato il ventitreenne marocchino Chaib Assain, senza fissa dimora, non in regola con le norme sulla immigrazione, sorpreso in possesso di circa 300 supporti ottici (cd e dvd di vario genere) duplicati illegalmente e privi del contrassegno della Siae. Lo straniero è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo al Tribunale di Nola.

A Cicciano, per inosservanza ad un decreto di espulsione, emesso dal Questore di Caserta, in data 19 febbraio 2007, i carabinieri della locale stazione hanno arrestato il trentaquattrenne ghanese Cristian Danquah, senza fissa dimora, non in regola con la legge sull'immigrazione. Anche il secondo straniero arrestato è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo al Tribunale di Nola.

A Palma Campania, infine, tre persone sono state denunciate in stato di libertà all'autorità giudiziaria dai carabinieri della locale stazione. Ad essere deferiti alla magistratura per concorso in abusivismo edile, un settantunenne e un quarantunenne, entrambi del luogo, entrambi committenti di lavori di realizzazione di un manufatto di circa 20 metri quadrati, a pian terreno, ancora allo stato grezzo, già sottoposto a sequestro in data 11 marzo 2008 perché costruito in assenza di titoli autorizzativi, visto la classificazione agricola dell'area sulla quale insiste.

Nello stesso contesto, deferita alla magistratura anche una trentatreenne di San Giuseppe Vesuviano, committente di lavori di realizzazione di un manufatto, ad uso abitativo, al piano terra, di circa 80 metri quadrati, ancora allo stato grezzo, edificato in difformità dai parametri costruttivi imposti dall'ufficio tecnico comunale. I due immobili sottoposti a controllo, che, stando ad una prima e approssimativa stima avrebbero un complessivo valore di mercato pari a 80mila euro, sono stati sequestrati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore