CARABINIERI: ALTRI ARRESTI. UNO A MARIGLIANO

Loredana Monda

Con l'avvento di una nuova settimana, nuovi arresti da parte dei carabinieri, tutti inquadrati in attività pianificate e coordinate dalla Compagnia di Castello di Cisterna al comando del tenente Angelo Basile. A Marigliano, i militari dell'Arma della locale stazione hanno arrestato, in stato di flagranza di reato, per violazione della legge a tutela del diritto d'autore, il cinquantunenne marocchino Ghoulami Elmostafa, domiciliato a Mariglianella.

Fermato in strada e sottoposto a perquisizione, l'uomo è stato trovato in possesso di 116 supporti ottici (cd e dvd, di vario genere) illegalmente duplicati e privi di contrassegno della Siae. Detto materiale era in esposizione, a vantaggio di potenziali acquirenti, su alcuni banchi abusivamente allestiti sulla pubblica via. E' stato, quindi, sequestrato. L'arrestato, dopo le formalità di rito, è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo al Tribunale di Nola.

Altri due arresti per violazione della legge a tutela del diritto d'autore sono stati operati,k inoltre, a Sant'Anastasia. Gli uomini della locale stazione, nel corso di un servizio contro fenomeni di illegalità diffusa sui treni della Circumvesuviana, hanno stretto le manette ai polsi del quarantenne Sibrahim Twino e del trentasettenne 40enne e Usuman Yat, entrambi senegalesi, già noti alle forze dell'ordine e senza fissa dimora. I due stranieri sono stati fermati in stato di flagranza di reato. Sottoposti a perquisizione, sono stati trovati in possesso di 500 supporti ottici (cd e dvd di vario genere), anche in questo caso, illegalmente duplicati e privi di contrassegno della Siae. Il tutto (custodito in borsoni) è stato sequestrato. Anche i due stranieri in questione sono finiti in camera di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo al Tribunale di Nola.

A Somma Vesuviana i carabinieri della locale stazione hanno, invece, operato, sempre in flagranza di reato, un arresto per furto aggravato. Le manette sono state strette ai polsi del trentatreenne Alessandro D'Ambrosio, del luogo, considerato già noto alle forze dell'ordine. Il giovane è stato sorpreso subito dopo aver rubato vari metri di fili di rame dall'impianto elettrico di una palazzina del civico 11 del Corso Italia. Sottoposto a perquisizione personale dai militari dell'Arma, è stato trovato in possesso di arnesi da scasso che sono stati sequestrati. Anche la refurtiva, del valore di mille euro circa, e' stata sequestrata. L'ultimo arrestato di questo squarcio di inizio di settimana, come gli altri, è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo al Tribunale di Nola.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore