DUE ARRESTI A POMIGLIANO D'ARCO

Loredana Monda

Ancora operazioni coordinate dalla Compagnia di Castello di Cisterna al comando del tenente Angelo Basile. Ancora arresti. A Pomigliano d'Arco, i carabinieri della aliquota radiomobile hanno arrestato un trentottenne del luogo, già noto alle forze dell'ordine, ritenuto responsabile di estorsione aggravata e continuata in ambito familiare.

I militari dell'Arma sono intervenuti nella abitazione dell'uomo in Via Firenze. Hanno, quindi, accertato che l'uomo, già varie volte denunciato dalla madre settantaquattrenne, attraverso reiterate minacce e percosse aveva nuovamente chiesto e ottenuto 100 euro. L'anziana e' stata accompagnata al pronto soccorso della clinica Villa dei Fiori di Acerra, dove le sono state riscontrate, proprio a causa delle botte ricevute, escoriazioni con ecchimosi al volto e al cuoio capelluto. Rilevato, inoltre, uno stato di agitazione. Il tutto è stato giudicato guaribile in cinque giorni. L'arrestato è finito, invece, a Poggioreale.

Ancora a Pomigliano d'Arco, questa volta per tentato furto aggravato, i carabinieri della locale stazione, hanno arrestato, inoltre, il quarantaseienne Pasquale Leggieri, considerato già noto alle forze dell'ordine. L'uomo è stato bloccato la notte tra il 5 e il 6 maggio 2008. I militari dell'Arma l'hanno notato in Piazza Primavera mentre scassinava un telefono pubblico per impossessarsi del denaro contenuto. Sottoposto a perquisizione, l'uomo è stato trovato in possesso di arnesi da scasso, utilizzati per il tentativo di furto di monetine, che i carabinieri hanno sequestrato.

Dopo l'espletamento delle formalità burocratiche di rito, il quarantaseienne è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il Tribunale di Nola.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



l'Oceano Superstore300x600
test 300x250
In Evidenza
test 300x250