CARABINIERI: ANCORA ARRESTI NEL COMPRENSORIO

Loredana Monda

Altri tre giorni di servizi ordinarie e straordinari di controllo del territorio portati a termine dai carabinieri, che hanno operato, all'interno dell'intero comprensorio, diversi arresti per reati vari. Ad Acerra, i militari dell'Arma della locale stazione, nell'ambito di attività coordinate dalla Compagnia di Castello di Cisterna al comando del tenente Angelo Basile, hanno arrestato per evasione Pasqualino Villani, 42 anni, del luogo, già noto alle forze dell'ordine, che, senza motivo e autorizzazione si era allontanato da casa, violando l'obbligo dei domiciliari ai quali era sottoposto per detenzione e per spaccio di stupefacenti.

Dopo essere stato notato in strada e ammanettato e dopo l'espletamento delle formalità burocratiche di rito, l'uomo è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo al Tribunale di Nola.

A San Gennaro Vesuviano, i carabinieri della locale stazione, nell'ambito di attività coordinate dalla Compagnia di Nola al comando del tenente Pietro Calamusa, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un diciassettenne di San Gennarello di Ottaviano, considerato già noto alle forze dell'ordine, ritenuto responsabile di rapina aggravata ai danni di un cittadino ventenne del Bangladesh, in zona. Dalle indagini dei militari dell'Arma, e' emerso che, la sera del 9 aprile, in Via Napoli, nel centro abitato di San Gennaro Vesuviano, il ragazzo, insieme a un complice in fase di identificazione, aveva picchiato violentemente, prendendolo a calci e pugni, il citato extracomunitario, rapinandolo di circa 100 euro. Il fermato e' finito, così, al centro di prima accoglienza di Napoli.

A Casalnuovo, i carabinieri della locale tenenza, sempre nell'ambito di attività coordinate dalla Compagnia di Castello di Cisterna al comando del tenente Angelo Basile, hanno arrestato Salvatore Ardimento, 44 anni, domiciliato in città, già noto alle forze dell'ordine, sottoposto al regime dei domiciliari, raggiunto da ordine di carcerazione, emesso il 15 aprile dalla Procura della Repubblica di Napoli. L'uomo deve scontare una pena residua di 8 mesi di reclusione per violazione alla normativa a tutela del diritto di autore. E' finito a Poggioreale.

Tra Acerra e Casalnuovo, i militari dell'Arma della Compagnia di Castello di Cisterna, coadiuvati dai loro colleghi delle Cio dei Battaglioni del Lazio e della Toscana, hanno arrestato Vincenzo La Peruta, 28 anni, residente ad Acerra, già noto alle forze dell'ordine, responsabile di evasione dai domiciliari. È stato ammanettato in flagranza, in strada, dopo che si era allontanato senza motivo e permessa da casa, dover era obbligato da quando era stato precedentemente bloccato per spaccio di sostanza stupefacente. L'uomo è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo al Tribunale di Nola.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore