ARRESTATO DARIO TEDESCO

Loredana Monda

Pessimo San Valentino per il ventisettenne Dario Tedesco, residente ad Acerra, soprannominato "o' pintorio", considerato dalle forze dell'ordine un elemento di spicco del clan De Sena. Nella mattinata del 14 febbraio 2008, nel quadro di attività di contrasto alle organizzazioni di stampo camorristico che operano proprio sul citato comune dell'area che si estende a nord di Napoli, il giovane è stato, infatti, tratto in arresto dai carabinieri nucleo investigativo Reparto Territoriale di Castello di Cisterna, coordinati dal tenente colonnello Antonio Jannece.

I militari dell'Arma hanno dato esecuzione a un' ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Napoli, su richiesta del pubblico ministero Vincenzo D'Onofrio della Direzione Distrettuale Antimafia, che ha concordato con le risultanze dell'attività investigativa dei carabinieri. Tedesco è considerato responsabile, in concorso con altre persone, del reato dell'omicidio premeditato, nonché di detenzione e di porto illegale di armi da fuoco.

L'accusa di omicidio premeditato è riconducibile l'agguato del 16 maggio 2004 ad Acerra. A perdere la vita in quella occasione Raffaele Caterino D'Urso Raffaele, nato a San Cipriano D'Aversa (Caserta) l'11 maggio 1971. Non di poco conto l'omicidio: era stato colpito, infatti, il genere del boss Cuono Crimaldi, a capo dell'omonimo clan di zona, che aveva assunto la reggenza dell'organizzazione dopo l'arresto di "cuniello 'e capasso". Dopo le formalità burocratiche di rito, l'arrestato è stato tradotto alla casa circondariale di Poggioreale, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ambiente300x600-2
test 300x250
In Evidenza
test 300x250