I MARIGLIANESI NON SI ARRENDONO

Loredana Monda

Dopo l'una della notte tra il 10 e l'11 febbraio, nell'area che circonda la zona dei depuratori a Boscofangone, dove sono in corso i lavori per l'allestimento di un sito provvisorio di stoccaggio provinciale dei rifiuti sulla scorta del piano del commissario straordinario di governo Gianni De Gennaro, si registrava tranquillità.

Era buio pesto. Non c'erano manifestanti. La zona individuata e oggetto d'interventi di preparazione era inaccessibile. All'imbocco, solo un paio di mezzi antisommossa e due auto dei carabinieri. Certo, però, che all'interno vi fossero altre forze.

La quiete è durata, tuttavia, poche ore. Sono riprese le contestazioni nella mattinata seguente. I manifestanti hanno continuato lo stato di agitazione, mirando, questa volta, ad impedire lo svolgimento della fiera settimanale, nonché a coinvolgere altra gente, per impedire l'arrivo dell'immondizia.

Dopo l'affollata riunione di domenica mattina, nel centro sociale polivalente, chiaramente di contestazione del piano De Gennaro, non stupirebbero altre azioni di protesta nelle prossime ore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore