NOLA E CASTELLO DI CISTERNA, PER I CARABINIERI DUE SERVIZI STRAODINARI, UNO ORDINARIO

Loredana Monda

Nell'ambito di un servizio ordinario contro la panificazione abusiva, i carabinieri della Compagnia di Nola al comando del capitano Gianluca Piasetin, coadiuvati dagli uomini del nucleo antisofisticazioni di Napoli, hanno sottoposto ad accertamenti due forni e denunciato all'autorità giudiziaria due persone. Un uomo di quaranta anni e una donna di cinquantatre, proprietari di due strutture realizzate rispettivamente a Visciano e Piazzolla, sono stati deferiti alla magistratura.

I loro forni erano privi di requisiti minimi igienico - sanitari, nonché privi di autorizzazioni amministrative. Nel corso dell'operazione presso i due forni, oltre alle strutture aventi in una superficie complessiva di 90 metri quadrati, sono stati sequestrati anche 375 chilogrammi di farina e centoventisette chilogrammi di impasto di pane pronto per la cottura.

Gli accertamenti che sono stati portati a termine sul nolano e che sono dello stesso genere di altri effettuati in precedenza su altre zone, rientrano in una serie di attività mirate, pianificate dal Comando provinciale di Napoli dell'Arma dei carabinieri, affidato al Col. Gaetano Maruccia. E sicuramente dette attività avranno prosieguo in futuro.

Nell'ambito, invece, si un altro servizio straordinario, ma contro l'evasione scolastica, sono stati i carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna, al comando del capitano Orazio Ianniello, a denunciare all'autorità giudiziaria 51 persone. I deferimenti alla magistratura sono scattati a conclusione di accertamenti presso scuole elementari, medie inferiori e medie superiori dei territori di Sant'Anastasia, Somma Vesuviana e Pomigliano. Nel primo comune, sono stati denunciati 28 genitori per 14 alunni, nel secondo 11 genitori per 6 alunni, nel terzo 13 genitori per 7 alunni. Sono stati tutti ritenuti responsabili di aver omesso di far impartire ai loro figli l'istruzione obbligatoria. In pratica, stando ai controlli dei militari dell'Arma, pur avendo regolarmente iscritto i loro figli minorenni a scuola, non ne avevano assicurato la frequenza. I bambini e i ragazzi sono risultati assenti ingiustificati dall'inizio dell'anno scolastico.

Nell'ambito di un servizio ordinario, infine, sempre i carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna hanno operato un arresto, per violazione della legge a tutela del diritto d'autore, ad Acerra. A finire in manette, in flagranza di reato, il ventiseienne Giovanni De Rosa, residente ad Arzano, ritenuto già noto alle forze dell'ordine. I militari dell'Arma l'hanno fermato mentre era a bordo di una Fiat Uno, sottoposta ad accertamenti, all'interno della quale sono stati rinvenuti 440 supporti ottici, tra cd e dvd, duplicati illegalmente, privi del contrassegno della Siae, che sono stati sequestrati. Il materiale audio - video piratato era nel bagagliaio. L'arrestato è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo al Tribunale di Nola.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore