COMUNE DI MARIGLIANO: QUALCOSA SI MUOVE

Loredana Monda

Il sindaco Felice Esposito Corcione ha affidato un incarico di coordinamento dei settori comunali all’uscente direttore generale. Esiste, infatti, una nota ufficiale sottoscritta dal capo dell’esecutivo, che ha prodotto qualche malcontento.

La scelta di emissione del documento sarebbe stata, però, fraintesa. L’azione del primo cittadino non sarebbe da considerare una fuga in avanti, ma un modo per compensare ad una situazione di stallo che perdura da un mese, con l’assenza di nuovi decreti, che ha posto la necessità di individuare ai sensi delle normative vigenti una figura che potesse assumersi l’onere di procedere sotto il profilo tecnico – amministrativo in caso di necessità. Se è vero che nella nota di riferisce di un incarico affidato per l’anno 2007, è altrettanto vero che è chiarito è valido fino a quando non si procedere a dotare l’ente di un nuovo organigramma.

In sostanza, stando a quanto si apprende da forze di maggioranza, nel momento in cui saranno emessi nuovi decreti e sarà nominato il direttore generale, certe funzioni verranno meno. Per quanto riguarda la crisi politico – amministrativa, la maggioranza è fiduciosa in una risoluzione entro pochi giorni. Tra questo fine settimana e l’inizio della prossima, potrebbe, infatti, essere ricomposta la giunta, accompagnata da un contestuale allargamento dell’esecutivo, sulla scorta delle disposizioni contenute nel nuovo statuto comunale, approvato dal consiglio nel mese di dicembre 2006.

Sicuramente, con il rientro nell’esecutivo dalla forza che detiene la maggioranza relativa sul territorio, si assisterà ad un innalzamento da due a tre degli assessori in quota all’Udeur. Quattro sono i nominativi che circolano. Potrebbero, infatti, essere confermati entrambi gli uscenti. Potrebbe, invece, essere confermato solo uno dei due assessori che ha rimesso le deleghe a gennaio. Nella prima ipotesi, resterebbe vacante un terzo posto: si sceglierebbe, quindi, tra un personaggio di partito che lascerebbe il consiglio per entrare in giunta aprendo la strada ad una surroga nell’assise elettiva e un tecnico.

Nella seconda ipotesi, potrebbero entrare nell’esecutivo sia un consigliere sia un tecnico. Secondo le previsioni, in entrambi i casi si assisterebbe, però, ad una nuova ripartizione delle deleghe, basata, anche secondo criteri di buon senso, su conoscenze delle materia e su specifiche competenze. Resta, infine, conformata la convocazione di un consiglio comunale per le ore 19 del 19 febbraio 2007.
Da "Cronache di Napoli"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore