NUOVO REGALO: I FOTORED A MARIGLIANO

Vito Lombardi

Cari automobilisti fate attenzione ai semafori. Uno degli ultimi regali fatti ai cittadini di Marigliano dall'Amministrazione passata è stato il sistema di controllo degli incroci semaforici per il rilevamento di infrazioni con un sistema di telecamere. Gli incroci sono quello di via 11 Settembre ex variante 7bis, incrocio con via Isonzo e via 11 Settembre ex variante 7bis, incrocio con via Faibano, ma non si esclude ci possa essere qualche altro incrocio interessato in futuro. E pare che anche questa Amministrazione sia d'accordo nell'applicazione di questo sistema subdolo e furbesco di colpire i cittadini che non rispettano le regole. Io penso che uno Paese civile non abbia bisogno di simili furberie per riempire le esigue casse comunali. Non con l'autorità, ma con l'autorevolezza si ha il rispetto del cittadino per la legge e quindi per le norme. Se poi invece si pensa che possa essere questo il modo, perché applicarlo solo ai semafori? Lo si potrebbe applicare anche nella Casa comunale per vedere gli impiegati che prendono lo stipendio dedicando,invece, il tempo ai propri interessi e quelli che lavorano veramente. Lo si potrebbe applicare nelle scuole per controllare il lavoro che fanno gli insegnanti con gli alunni. Lo si potrebbe applicare nei cantieri, nelle botteghe artigiane... per vedere quanto tempo reale dedica l'operaio al suo "duro" lavoro e quanto alle chiacchiere, alla sigaretta e al riposo e capire se è giustificata l'esosa paga che si fanno pagare gli imprenditori: loro datori di lavoro. Lo si...

Non con l'autorità, ma con l'autorevolezza si ha il rispetto del cittadino per la legge e quindi per le norme
Potrei continuare all'infinito. La macchina fotografica nascosta in un cilindro di ferro è un modo sleale, scaltro e sporco per controllare le infrazioni, che un Paese civile non si deve permettere, che invoglia alla ribellione. Si prendesse esempio da Brusciano, le cui beghe interne, i "si dice" non mi interessano, io giudico quello che vedo. E io vedo un Paese messo a nuovo e rivoltato come un calzino; io vedo rotonde infiorate e senza code, invece che semafori con ambigue macchine fotografiche. Io vedo cittadini che da un po’ di tempo sono fieri di dire: sono bruscianese!
Cosa ci impedisce di seguirne l'esempio?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Vito Lombardi >>




Articoli correlati



Altro da questo autore