Marigliano Mariglianella, Agrimonda: noi non abbiamo il bavaglio

Anita Capasso

MARIGLIANO - MARIGLIANELLA - Stato di massima allerta su Agrimonda,  l' ex deposito di fitofarmaci e chimici per l' agricoltura incendiato dal racket delle estorsioni nel 1995. 

Ce lo ha chiesto il Comitato Ambientale e noi lo sosterremo. Si sollecita la bonifica. Intanto persiste un  "lago chimico" sul telone di messa d' emergenza . Continuano ad essere interdetti i pozzi che risultano contaminati da agenti altamente tossici. Le falde acquifere sono compromesse e  l' aria è appestata  da "esalazioni tossiche"..!

Ma “respirare qui  cosa comporta?”. Numerosi i casi di tumore,   resta alto l’allarme e l’area continua a sprigionare gas tossici. A causa dell' impasse  al palazzo ci città  sono arrivati i commissari ad acta inviati dal difensore civico regionale .

Tutto la documentazione è in mano anche alla Procura di Nola.  I cittadini non chiedono  nulla di straordinario, ma solo il diritto alla salute:  "Non chiediamo  “amministratori ambientalisti”, ma almeno  la possibilità di respirare e di non piangere sempre più morti per malattie oncologiche legate al pessimo stato dell’ambiente del nostro territorio....(d'altronde vivete anche voi con  vostre famiglie in questi comuni...".

 I cittadini annunciano battaglia in difesa del diritto alla salute.  Andranno avanti ad oltranza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore