Marigliano Mariglianella, Agrimonda: un acquitrino tossico

Anita Capasso

MARIGLIANO - MARIGLIANELLA - Acquitrino di acqua contaminata dai fitofarmaci del sito di ceneri combuste "Agrimonda" : è  il laghetto che si è formato sul telone, posto a copertura dell'area dove c'erano le montagne di veleni chimici.

Esalazioni puzzolenti appestano l'aria, rendendo la vita dei residenti, già duramente provata da 23 anni di esposizione ad agenti inquinanti,  ancora più difficile. Rimosse le tonnellate di residui di  ceneri combuste di anticrittogamici e chimici per l'agricoltura del deposito Agrimonda,  la situazione resta da bollino rosso.

 Il responsabile del Comitato Ambientale , Ciro Tufano,  denuncia che tra  inerzia e menefreghismo  la contaminazione  si espande:
 "La salute di chi vive vicino al  sito contaminato è a rischio, le sostante tossiche  vengono assorbite non solo per inalazione  ma anche tramite la catena alimentare, falde acquifere e i campi agricoli risultano  contaminati. Si perde tempo sulle spalle della gente che  convive con un sito contaminato. La bonifica? Un miraggio”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore