Marigliano, Lagno Del Carmine invaso da erbacce e fitta vegetazione

Anita Capasso

--- FOTO ---

MARIGLIANO - Regi lagni ostruiti da erbacce, fitta vegetazione e rifiuti. Il caso che rimbalza più agli occhi per l'esondazione del 13 marzo scorso, che inondò località Faibano, trasportando fango e detriti misti a lastre di ghiaccio, è quello del lagno Del Carmine .

 

 Il letto del canale dell'omonima via è oramai ingoiato dalla vegetazione infestante. Persino i passamani delle inferriate sui cavalcavia  sono danneggiati, addirittura rotti. Le acque meteoriche, ad ogni modo,  in caso di abbondanti piogge non riescono a defluire.

 A bloccare il passaggio ci sono anche calcinacci e detriti. L' acqua di colore scuro è putrida e puzzolente da bloccare il respiro. Ci sono puzza e nuvole di tafani che assalgono senza pietà. Non c'è la Campania Felix qui. Non più. Più si percorre il corso del fiume in direzione nord, verso le colline di Polvica, e più la situazione si aggrava.

Ci sono rifiuti, lezzi chimici che fanno pensare persino a scarichi illegali, in pratica potrebbero esserci collettori abusivi. Nel punto dove il cavalcavia bypassa il lagno e mette in collegamento le due sponde, una barriera di fitta vegetazione ha completamente sbarrato il passaggio alle acque che in caso di forti precipitazioni  potrebbero tracimare.

Chi deve provvedere a mettere in sicurezza il lagno Del Carmine? Secondo le ultime legislazioni in materia l'alveo dovrebbe essere stato sdemanializzato, in pratica i corsi d' acqua minori sarebbero stati trasferiti al  Comune. Chi deve garantire la sua corretta manutenzione?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250